Home Arte & Cultura “Pillole Domenicali”, le ultime novità in libreria: ‘Storie e Leggende napoletane’

“Pillole Domenicali”, le ultime novità in libreria: ‘Storie e Leggende napoletane’

by Freelance

Di Guglielmo Brighi

Pubblicato nel 1919 da Laterza, STORIE e LEGGENDE NAPOLETANE, ora rieditate da Bibliopolis, rappresenta per la critica un libro non certo minore del grande filosofo Benedetto Croce. Piccoli poemi in prosa, pillole di memoria storica. Per Giuseppe Galasso, gli scritti rappresentano un “pathos” che cattura subito il lettore. Dedicati alla memoria di Bartolomeo Capasso, storico ed archivista nato a Napoli nel febbraio 1815, fondatore della Società Napoletana di Storia Patria, compaiono inizialmente su periodici ed illustrati di fine ottocento per poi essere rivisti e rielaborati dallo stesso Croce.

L’incipit recita…. “quando levandomi dal tavolino, mi affaccio al balcone della mia stanza di studio, l’occhio scorre sulle vetuste fabbriche che l’una incontro all’altra sorgono all’incrocio della via della Trinità Maggiore con quelle di San Sebastiano e Santa Chiara….” può ricordare lo zoom manzoniano dell’apertura dei Promessi Sposi dove, nella precisione dei luoghi naturali, si avverte la maestosità malinconica e l’appartenenza atavica dei luoghi narranti e narrati. Nato tra i monti abruzzesi, Croce è adottato ed educato a Napoli. Per la città partenopea, il filosofo nutre come sappiamo una grande affezione, quasi un “pathos”, sta diventando opus e corpus lirico. Un legame sentimentale con il passato, vestibolo ed ausilio della intelligenza storica.

Quel legame con il passato, quel legame sentimentale che prepara ed aiuta l’intelligenza storica, condizione di ogni vero avanzamento civile.

Opera trionfale e trionfante del Grande abruzzese, STORIE e LEGGENDE NAPOLETANE sono adesso disponibili nella Edizione Nazionale delle Opere di Benedetto Croce per Bibliopolis.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento