Home Economia La Bce avverte: Si deve evitare “un’impennata dei crediti deteriorati”

La Bce avverte: Si deve evitare “un’impennata dei crediti deteriorati”

by Freelance

Di Mirko Fallacia

Il rischio dei crediti deteriorati ritorna, e a lanciare l’allarme è proprio la Bce che dichiara: a causa della crisi dovuta al coronavirus, vi è “un aumento improvviso dei crediti deteriorati”. Ad affermarlo è il presidente del consiglio di vigilanza Andrea Enria che mostra i risultati dello Srep per il 2021 secondo cui l’attenzione dell’autorità si “è concentrata sull’adeguata classificazione e misurazione dei rischi nei bilanci bancari e sul grado di preparazione a gestire con tempestività i debitori in difficoltà”.

Per questo la Bce ha “comunicato alle banche un numero di raccomandazioni considerevolmente più elevato”. “Le banche non devono aspettare la fine della moratoria sui prestiti per fare pulizia nei bilanci e far emergere i crediti con probabilità di non essere ripagati (Utp)”.

Sempre secondo Enria le moratorie, che sono utili per “dare respiro a banche e clienti”, “non dovrebbero essere prese come giustificazione per rimandare” la classificazione dei crediti come Utp. Si deve evitare, ammonisce Enria, “un’impennata dei crediti deteriorati” alla scadenza delle misure.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento