Home Arte & Cultura Intervista al grande musicista rom Mirko Sarachella

Intervista al grande musicista rom Mirko Sarachella

by Nicola Comparato

Oggi vi raccontiamo la storia del giovane ma grande musicista rom Mirko Sarachella, che abbiamo intervistato per i nostri lettori e che ringraziamo per la sua disponibilità.

1) Ciao Mirko, grazie per essere qui. Dai parlaci un po’ di te.

Ciao a tutti e grazie per l’invito. Sono nato a Isernia il 25/05/1999, ho frequentato le medie e poi mi sono iscritto al conservatorio, al momento vivo ancora a Isernia e penso ad un eventuale trasferimento.

2) Sappiamo che sei un rom italiano, come membro di questa comunità presente da secoli in Italia, quali sono le tue passioni e i tuoi progetti per il futuro?

Come la maggior parte dei componenti della comunità rom, le mie passioni sono la musica e l’ equitazione in generale. Come professione sto coltivando la passione per la musica, studio jazz, e insieme a un amico DJ organizzo eventi in locali rinomati e feste private e sto preparando insieme ad amici un concerto che si terrà ad agosto ad Isernia.

3) Immagino che avrai avuto tante difficoltà nel corso della vita, ma hai avuto sicuramente anche tante soddisfazioni. Ce ne vuoi parlare?

Le difficoltà che ho avuto prima di emergere come musicista sono state poche e per via di un pregiudizio che ahimè è ancora tutt’oggi vivo. Però come dicevo prima uno dei miei successi più grandi della mia vita è stato emergere come persona e come musicista tra i tanti bravi.

4) Fare il musicista non è sicuramente una delle cose più semplici in questo periodo di pandemia da Covid 19. O sbaglio?

La pandemia è stata ovviamente una situazione che ha lasciato i musicisti come me a casa, dove c’è stata, però la possibilità di studiare nuove cose riguardo alla musica.

5) E la tua vita privata? Sei sposato? Hai figli? Credi nell’amore e nell’amicizia?

Convivo con la mia compagna. Da alcuni mesi abbiamo deciso di iniziare un percorso di vita importante per entrambi. Lo stare con gli amici e con le persone a me care è una delle cose che mi rende felice. Amo soprattutto i piccoli gesti che ogni giorno rendono la vita speciale.

6) Prima di salutarci volevo sapere una cosa da te… Tutto questo ti rende felice, ma cosa ti rende triste?

Una delle cose che mi rende triste è sicuramente ricevere una delusione da una persona fidata. Ma anche ottenere una sconfitta o non raggiungere un obbiettivo. Tutte cose che però mi aiutano a crescere e che mi danno la spinta per impegnarmi sempre di più.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento