Home Approfondimenti L’UE presenta le opzioni per punire la sfida della Polonia alla legge del blocco

L’UE presenta le opzioni per punire la sfida della Polonia alla legge del blocco

by Nik Cooper

La Commissione europea ha esposto le sue opzioni – dall’azione legale alla ritenuta alla fonte – per una risposta a una sentenza del tribunale polacco che ha messo in dubbio la supremazia del diritto dell’UE, sottolineando che occorre agire per proteggere i valori comuni del blocco.

“La Commissione europea, al momento, sta valutando attentamente questo giudizio”, ha dichiarato martedì il presidente esecutivo dell’Unione europea, Ursula von der Leyen.

“Ma posso già dirvelo: sono profondamente preoccupata”, ha detto al Parlamento europeo a Strasburgo prima del discorso all’assemblea del primo ministro polacco Mateusz Morawiecki.

“Questa sentenza mette in discussione i fondamenti dell’Unione europea. È una sfida diretta all’unità dell’ordinamento giuridico europeo”.

Inoltre la von der Leyen dice che una prima opzione sono le cosiddette violazioni, in cui la Commissione europea impugna legalmente la sentenza della Corte costituzionale polacca.

Un’altra opzione è un meccanismo di condizionalità e altri strumenti finanziari in base ai quali i fondi del bilancio dell’UE e il suo fondo per la ripresa post-pandemia sarebbero trattenuti dalla Polonia.

“Questo è il denaro dei contribuenti europei. E se la nostra Unione sta investendo più che mai per far avanzare la nostra ripresa collettiva, dobbiamo proteggere il bilancio dell’Unione dalle violazioni dello stato di diritto”, ha affermato von der Leyen.

Ha detto che una terza opzione è l’applicazione dell’articolo 7 dei trattati dell’UE in base al quale i diritti degli Stati membri – incluso il diritto di voto sulle decisioni dell’UE – possono essere sospesi perché hanno violato i valori fondamentali del blocco.

“La Corte costituzionale polacca, che oggi ha messo in dubbio la validità del nostro Trattato, è la stessa corte che ai sensi dell’articolo 7 consideriamo non indipendente e legittima”, ha affermato. “Questo è per molti versi il cerchio completo”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento