Home News La Russia chiama l’ambasciatore degli Stati Uniti per condannare l’appello del senatore a “eliminare” Putin

La Russia chiama l’ambasciatore degli Stati Uniti per condannare l’appello del senatore a “eliminare” Putin

by Freelance

Sabato il ministero degli Esteri russo ha protestato con l’ambasciatore degli Stati Uniti a Mosca per le osservazioni del senatore statunitense Lindsey Graham che sostenevano l’assassinio del presidente Vladimir Putin.

Ha affermato in una dichiarazione che la mancata condanna inequivocabile delle osservazioni e l’adozione di misure concrete “avrà un ulteriore effetto devastante sulle relazioni russo-americane”, già a brandelli a seguito delle sanzioni occidentali contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina.

L’ambasciatore degli Stati Uniti John Sullivan è stato convocato al ministero per sentirsi dire che il commento di Graham sarebbe stato trattato come un grave crimine in Russia.

“Questo è un appello terroristico pubblico che è completamente inaccettabile”, ha affermato il ministero.

Graham, un repubblicano della Carolina del Sud, ha chiesto su Twitter a qualcuno in Russia di “portare fuori questo ragazzo” – riferendosi a Putin.

Il portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha detto ai giornalisti venerdì: “Non stiamo sostenendo l’uccisione del leader di un paese straniero o il cambio di regime. Questa non è la politica degli Stati Uniti”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento