Home Estero Biden pronto a fare la storia: Aumentano le tasse per i più ricchi

Biden pronto a fare la storia: Aumentano le tasse per i più ricchi

by Nik Cooper

Il presidente Joe Biden lancerà un piano per aumentare le tasse sugli americani più ricchi, incluso il più grande aumento mai registrato dei prelievi dei guadagni sugli investimenti, per finanziare circa $ 1 trilione di assistenza all’infanzia, istruzione prescolare universale e congedo retribuito per i lavoratori.

Il piano fa parte della spinta della Casa Bianca per una profonda revisione del sistema fiscale degli Stati Uniti per far pagare di più i ricchi e le grandi aziende e aiutare a pagare il conto dell’ambiziosa agenda economica di Biden. La proposta chiede di aumentare l’aliquota dell’imposta sul reddito marginale superiore al 39,6% dal 37%. La mossa andrebbe quasi raddoppiare le tasse sulle plusvalenze al 39,6% per le persone che guadagnano più di 1 milione di dollari.

Questa sarebbe l’aliquota fiscale più alta sui guadagni degli investimenti, che sono per lo più pagati dagli americani più ricchi, dagli anni ’20. Il tasso non ha superato il 33,8% nell’era del secondo dopoguerra.

La notizia della proposta – che era un punto fermo della piattaforma della campagna presidenziale di Biden – ha innescato forti cali a Wall Street, con l’indice di riferimento S&P 500 (.SPX) in calo dell’1% nel primo pomeriggio, il suo calo più netto in più di un mese.

Qualsiasi aumento di questo tipo dovrebbe passare attraverso il Congresso, dove il Partito Democratico di Biden detiene una maggioranza ristretta ed è improbabile che ottenga il sostegno dei repubblicani. Non è nemmeno chiaro se avrebbe il sostegno unanime dei Democratici al Congresso, che sarebbe essenziale al Senato dove ogni partito detiene 50 seggi.

“Se avesse la possibilità di passare, saremmo sotto di 2.000 punti”, ha detto Thomas Hayes, presidente e membro amministratore dell’hedge fund Great Hill Capital LLC, riferendosi agli indici del mercato azionario.

Fonti hanno detto che i dettagli sarebbero stati rilasciati la prossima settimana prima del discorso di Biden al Congresso di mercoledì. I dettagli del piano potrebbero cambiare nei prossimi giorni. I funzionari della Casa Bianca stanno discutendo altri possibili aumenti fiscali che alla fine potrebbero essere inclusi, come la riduzione delle detrazioni per i contribuenti ricchi o l’aumento della tassa di successione. Biden ha promesso di non aumentare le tasse sulle famiglie che guadagnano meno di 400.000 dollari.

I dettagli fiscali relativi al piano, in lavorazione da mesi, sono stati riportati per la prima volta giovedì mattina dal New York Times.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha detto che il presidente avrebbe discusso il suo “Piano per le famiglie americane” durante il suo discorso al Congresso, ma ha rifiutato di commentare qualsiasi dettaglio.

Ha detto che l’amministrazione non aveva ancora finalizzato i piani di finanziamento, ma ha sottolineato la determinazione di Biden a far pagare i ricchi e le aziende per i nuovi programmi.

“La sua opinione è che ciò dovrebbe essere sulle spalle … degli americani più ricchi che possono permetterselo e delle società e delle imprese che possono permetterselo”, ha detto Psaki.

Ha detto che Biden e il suo team economico non credevano che le misure avrebbero avuto un impatto negativo sugli investimenti negli Stati Uniti.

I rendimenti dei Treasury, che si muovono nella direzione opposta al loro prezzo, sono scesi ai minimi della giornata.

Il Piano

Il nuovo piano di Biden, che probabilmente genererà circa 1 trilione di dollari, arriva dopo una proposta di posti di lavoro e infrastrutture da 2,3 trilioni di dollari che ha già incontrato una dura opposizione da parte dei repubblicani. Generalmente supportano il finanziamento di progetti infrastrutturali, ma si oppongono all’inclusione di priorità da parte di Biden come espandere l’assistenza agli anziani e chiedere alle aziende americane di pagare il conto.

Gli aumenti delle tasse sui ricchi potrebbero rafforzare la resistenza dei repubblicani contro l’ultimo piano di infrastrutture “umane” di Biden, costringendo i democratici a considerare di spingerlo – o almeno alcune delle misure – attraverso il Congresso utilizzando un voto di bilancio di partito noto come riconciliazione.

Il senatore Joe Manchin, un democratico moderato del West Virginia che esercita un potere fuori misura a causa della magra maggioranza del partito, ha detto di recente di essere diffidente nell’espandere l’uso della riconciliazione.

Gli americani ricchi potrebbero dover affrontare un’aliquota fiscale generale sulle plusvalenze del 43,4%, inclusa l’imposta netta sugli investimenti del 3,8% sulle persone con un reddito di $ 200.000 o più ($ 250.000 di deposito congiunto di matrimonio). Quest’ultimo aiuta a finanziare l’Affordable Care Act, popolarmente noto come Obamacare.

Attualmente, coloro che guadagnano più di $ 200.000 pagano un tasso di plusvalenza di circa il 23,8% inclusa la tassa sugli investimenti netti Obamacare istituita come parte di quella legge. Per l’anno fiscale 2021, l’aliquota fiscale marginale massima rimane del 37% per i singoli contribuenti single con redditi superiori a $ 523.600 e $ 628.300 per le coppie sposate che presentano documenti congiunti.

Erica York, economista della Tax Foundation, ha affermato che la proposta metterebbe le tasse statunitensi sulle plusvalenze in cima alle classifiche globali. Le imposte medie sulle plusvalenze in Europa sono intorno al 19,3% e l’aliquota più alta è quella danese, che incassa il 42% che vengono compensate da beni e servizi super efficienti. Al secondo posto troviamo Francia e Finlandia che fanno pagare il 34%.

Per i residenti di alcuni stati e città che valutano il proprio prelievo sulle plusvalenze, il piano di Biden spingerebbe il tasso di plusvalenze totali a oltre il 50%, ha affermato York. Il tasso salirà al 56,7% in California, al 68,2% a New York City e al 57,3% a Portland, Oregon, York. Una vera e propria rivoluzione da cui prendere spunto. Complimenti Mr. President!

Potrebbe interessarti

Lascia un commento