Home Cronaca Zuckerberg si scusa per il bug di Facebook, Whatsapp e Instagram

Zuckerberg si scusa per il bug di Facebook, Whatsapp e Instagram

by Nik Cooper

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg si è scusato per il “disagio” causato dopo che i suoi servizi di social media si sono bloccati per quasi sei ore, con un impatto su oltre 3,5 miliardi di utenti in tutto il mondo.

Il miliardario si è scusato dopo che un problema tecnico interno ha messo offline Facebook, Messenger, Whatsapp e Instagram intorno alle 16:00 GMT di lunedì. La corsa per riportarlo online alla fine è riuscita intorno alle 22:00. Ma è probabile che aumenti il ​​controllo sulla portata del gigante dei social media.

Per ore, potenzialmente miliardi di persone si sono trovate senza gli strumenti dei social media su cui facevano affidamento per tenersi in contatto con amici e familiari. Secondo quanto riferito, altri hanno scoperto di non poter accedere ai servizi che richiedevano un accesso a Facebook.

Nel frattempo, le aziende di tutto il mondo, che utilizzano i social media per connettersi con i clienti, hanno dovuto affrontare la prospettiva di un inaspettato successo finanziario.

Si pensava che lo stesso Zuckerberg avesse perso circa $ 6 miliardi (5,2 miliardi di euro) dalla sua fortuna personale a un certo punto quando le azioni di Facebook sono crollate, secondo il software di monitoraggio del sito web aziendale Fortune.

Downdetector, che tiene traccia delle interruzioni, ha affermato che sono stati segnalati circa 10,6 milioni di problemi in tutto il mondo, il numero più grande mai registrato.

In un post sul blog pubblicato martedì, Facebook ha spiegato che durante un lavoro di manutenzione ordinaria, i suoi ingegneri avevano emesso un comando che involontariamente ha rimosso tutte le connessioni nella sua rete, “disconnettendo efficacemente i data center di Facebook a livello globale”.

Santosh Janardhan, vicepresidente dell’infrastruttura dell’azienda, ha aggiunto che lo strumento di controllo del programma di Facebook aveva un bug e non è riuscito a interrompere il comando che ha causato l’interruzione.

L’interruzione ha anche causato ai dipendenti la perdita dell’accesso agli strumenti interni, compresi quelli utilizzati dai dipendenti di Facebook per correggere tali problemi, ha affermato la società. Questi strumenti includevano l’e-mail interna di Facebook e persino i pass per il lavoro dei dipendenti. Alcuni rapporti suggeriscono che il quartier generale di Facebook fosse in “crollo”.

Facebook ha affermato che sta lavorando per capire cosa è successo in modo da poter “rendere la nostra infrastruttura più resiliente”. Gli esperti di tecnologia hanno descritto il problema come simile al gigante dei social media che cade dalla mappa di Internet, quindi non è stato possibile trovarlo.

La società ha affermato che “non ci sono prove che i dati degli utenti siano stati compromessi”.

L’interruzione arriva in un momento particolarmente difficile per l’azienda, che si trova sempre più sotto pressione per la sua portata e il suo impatto sulla società.

Domenica, l’ex dipendente di Facebook Frances Haugen ha dichiarato a CBS News che la società ha dato la priorità alla “crescita rispetto alla sicurezza”.

Ha detto a una commissione del Senato degli Stati Uniti che riteneva che i siti e le app dell’azienda “danneggiano i bambini, alimentano la divisione e indeboliscono la nostra democrazia”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento