Home Attualità La Cina esorta la NATO a smettere di esagerare sulla “teoria della minaccia cinese”

La Cina esorta la NATO a smettere di esagerare sulla “teoria della minaccia cinese”

by Nik Cooper

Martedì la Cina presso l’Unione europea ha esortato la NATO a smettere di esagerare con la “teoria della minaccia cinese” dopo che i leader del gruppo hanno avvertito che il paese presenta “sfide sistemiche”.

I leader della NATO lunedì avevano preso una posizione forte nei confronti di Pechino in un comunicato al primo vertice del presidente degli Stati Uniti Joe Biden con l’alleanza.

“Le ambizioni dichiarate della Cina e il comportamento assertivo presentano sfide sistemiche all’ordine internazionale basato su regole e alle aree rilevanti per la sicurezza dell’alleanza”, avevano affermato i leader della NATO.

Il nuovo presidente degli Stati Uniti ha esortato i suoi colleghi leader della NATO a resistere all’autoritarismo della Cina e alla crescente potenza militare, un cambiamento di focus per un’alleanza creata per difendere l’Europa dall’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda.

La dichiarazione della NATO “calunniava” lo sviluppo pacifico della Cina, giudicava male la situazione internazionale e indicava una “mentalità da Guerra Fredda”, ha affermato la risposta della Cina, pubblicata sul sito web.

La Cina è sempre impegnata nello sviluppo pacifico, ha affermato. “Non porremo una ‘sfida sistemica’ a nessuno, ma se qualcuno vorrà porci una ‘sfida sistemica’, non rimarremo indifferenti”.

Le nazioni del G7 riunite in Gran Bretagna nel fine settimana hanno rimproverato la Cina per i diritti umani nella sua regione dello Xinjiang, hanno chiesto a Hong Kong di mantenere un alto grado di autonomia e hanno chiesto un’indagine completa sulle origini del coronavirus in Cina.

L’ambasciata cinese a Londra ha affermato di essere risolutamente contraria alle menzioni dello Xinjiang, di Hong Kong e di Taiwan, che secondo lei hanno distorto i fatti ed esposto le “intenzioni sinistre di alcuni paesi come gli Stati Uniti”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento