Home Estero Processo Floyd: I periti medici contestano la difesa per “overdose di droga” di Chauvin

Processo Floyd: I periti medici contestano la difesa per “overdose di droga” di Chauvin

by Nik Cooper

Gli esperti medici hanno utilizzato diagrammi e grafici anatomici per testimoniare giovedì che George Floyd è stato ucciso dalla polizia inchiodandolo a terra, non per overdose di droga, contestando un’affermazione chiave dell’ex agente di polizia Derek Chauvin nel suo processo per omicidio per l’arresto mortale di Floyd.

Il dottor Martin Tobin, che cura i pazienti nell’unità di terapia intensiva di un ospedale di Chicago, ha detto alla giuria che Floyd è morto “per un basso livello di ossigeno” causato dall’essere ammanettato a faccia in giù per strada con il ginocchio dell’agente di polizia sul collo. Il video dell’arresto lo scorso maggio ha scatenato proteste globali.

I giurati si toccavano varie parti del collo sotto la guida di Tobin mentre il dottore dava lezioni improvvisate di anatomia dalla tribuna. Qualsiasi “persona sana”, ha detto, sarebbe morta con una moderazione simile, che ha paragonato a una morsa, sostenendo la conclusione del medico legale della contea che la morte di Floyd era un omicidio avvenuto per mano della polizia.

Il dottor Daniel Isenschmid ha detto che i test tossicologici che ha eseguito sul sangue di Floyd per conto del medico legale hanno trovato fentanil, ma a un livello paragonabile a quelli trovati in campioni prelevati da persone vive detenute per guida sotto l’influenza di narcotici.

Il dottor William Smock, un patologo forense che lavora con la polizia, ha detto alla giuria che Floyd è morto di “asfissia posizionale” dalle prese della polizia, “che è un modo stravagante per dire che è morto perché non aveva più ossigeno nel suo corpo”, Egli ha detto.

Il video dell’arresto ha mostrato Chauvin inchiodare il collo di Floyd a terra con le ginocchia per più di nove minuti mentre Floyd, 46 anni, implorava per la sua vita, ansimando più di due dozzine di volte: “Non riesco a respirare”. Chauvin si è dichiarato non colpevole di omicidio e accuse di omicidio colposo.

Tutti e tre i medici chiamati dai pubblici ministeri dell’ufficio del procuratore generale del Minnesota hanno indicato diversi momenti del video che, secondo loro, avrebbero minato la difesa di Chauvin.

Tobin ha detto che il respiro di Floyd è diventato fatalmente superficiale sotto il controllo della polizia, ma ha chiesto ai giurati di contare insieme a lui mentre guardavano il video della telecamera indossata dal corpo del busto del Floyd morente, dimostrando che il numero di respiri che ha fatto al minuto non è diminuito fino al momento in cui ha perso conoscenza.

Un sovradosaggio di fentanil, al contrario, è contrassegnato da una forte diminuzione della frequenza dei respiri, ha detto.

Il dottore si sbottonò anche il colletto della camicia e iniziò a palpare parti del collo, mentre descriveva come il ginocchio di Chauvin comprimesse il delicato tessuto dell’ipofaringe, bloccando quella parte del sistema respiratorio nella parte inferiore della gola.

Eric Nelson, il principale avvocato di Chauvin, si è opposto alle lezioni pratiche di anatomia. Il giudice del distretto della contea di Hennepin, Peter Cahill, ha annullato l’obiezione, ma ha detto ai giurati che spettava a loro se volevano seguire Tobin nel sentirsi la gola. La maggior parte ha continuato a farlo.

Tobin ha calcolato che Chauvin, dopo che Floyd ha dato al commerciante una banconota falsa da $ 20, esercitava una pressione al ribasso di 91,5 libbre (41,5 kg) sul collo di Floyd.

Nel controinterrogatorio, Nelson ha chiesto a Tobin se avesse pesato personalmente Chauvin, che nei rapporti della polizia è registrato come 140 libbre (64 kg), o l’equipaggiamento di Chauvin per calcolare la pressione applicata dal suo ginocchio. Tobin ha detto di no.

Tobin ha discusso i fotogrammi del video che ha detto mostrava a Floyd che cercava di sollevare il petto dalla strada usando le dita e il viso come leva mentre lottava per respirare sotto Chauvin e altri due ufficiali.

“Gli stanno spingendo le manette nella schiena e le spingono in alto, poi dall’altra parte c’è la strada. La strada sta giocando un ruolo cruciale”, ha detto Tobin. “È come se il lato sinistro fosse in una morsa”.

Chauvin può essere ascoltato in video respingere le suppliche di Floyd, dicendo: “Ci vuole un sacco di ossigeno per dire le cose”. Tobin lo ha definito un “mantra pericoloso”.

“È un’affermazione vera, ma ti dà un enorme falso senso di sicurezza”, ha detto Tobin. “Certamente nel momento in cui parli, stai respirando, ma nessuno può dire con certezza se respirerai cinque secondi dopo”.

Tobin ha detto che la gamba di Floyd potrebbe essere vista saltare su in un attacco involontario mentre il suo cervello era affamato di ossigeno.

Subito dopo, ha detto Tobin, è arrivato il momento in cui Floyd non aveva nemmeno “un grammo di ossigeno rimasto in tutto il suo corpo”, anche se il ginocchio di Chauvin è rimasto sul collo di Floyd per altri tre minuti.

Isenschmid, il tossicologo, ha raccolto dati su campioni prelevati da 2.345 persone fermate per guida sotto l’influenza nel 2020, osservando che le persone dipendenti da oppioidi devono assumere dosi più elevate man mano che la tolleranza aumenta. Il livello medio di fentanil trovato nel sangue di quelle persone, che erano tutte vive, era di 9,69 ng / ml, rispetto agli 11 ng / ml trovati nel sangue di Floyd, ha detto.

Nelson dovrebbe chiamare i suoi esperti medici per testimoniare in difesa di Chauvin non appena la prossima settimana.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento