Home Cronaca Brasile, la polizia compie un massacro in una favela di Rio de Janeiro

Brasile, la polizia compie un massacro in una favela di Rio de Janeiro

by Freelance

Di Ginevra Lestingi

Nella favela di Jacarezinho la polizia di Rio de Janeiro ha compiuto un massacro, il bilancio delle vittime di un raid della polizia contro una banda di droga, in un quartiere povero di Rio de Janeiro, è salito a 28, ha detto venerdì la polizia civile, l’operazione più mortale mai eseguita dalle forze di sicurezza nella città brasiliana. Nell’operazione è morto anche un poliziotto.

Amnesty International Brasile ha sollecitato la procura dello stato di Rio de Janeiro ad aprire un’inchiesta rapida, efficace, indipendente e a tutto tondo su questa ennesima atrocità in una favela della città.

Il massacro di Jacarezinho è il peggiore commesso dalla polizia di Rio de Janeiro, con un numero di vittime persino superiore a quello di Vigário Geral del 1993, in cui furono uccise 21 persone.

Sebbene il 5 giugno 2020 la Corte suprema federale abbia imposto la sospensione delle operazioni di polizia nelle favelas di Rio, questa sentenza non è mai stata rispettata.

Secondo la polizia, i corpi di altre tre vittime rimosse venerdì dalla favela erano uomini legati alla criminalità organizzata. Altre ventiquattro persone e un ufficiale di polizia sono morte anche nell’operazione nel quartiere di Jacarezinho, a nord di Rio.

“L’intelligence ha confermato che i morti erano spacciatori di droga. Hanno sparato contro gli agenti, per uccidere. Avevano l’ordine di confrontarsi”, ha detto ai giornalisti il ​​capo della polizia civile Allan Turnowski.

Il bagno di sangue ha suscitato critiche da parte di gruppi per i diritti umani tra cui Amnesty International, che ha criticato la polizia per la perdita di vite umane “riprovevole e ingiustificabile” in un quartiere per lo più popolato da neri e poveri.

L’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite venerdì ha chiesto un’indagine indipendente sull’operazione. Il portavoce delle Nazioni Unite per i diritti umani Rupert Colville ha detto che la polizia ha dispiegato un uso della forza “sproporzionato e non necessario”, come dargli torto.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento