Home Cronaca La Russia si prepara per la guerra in Ucraina mentre l’UE prepara sanzioni contro Minsk

La Russia si prepara per la guerra in Ucraina mentre l’UE prepara sanzioni contro Minsk

by Freelance

Di Mirko Fallacia

La Francia ha detto lunedì alla Russia che la NATO sarebbe pronta a difendere la sovranità dell’Ucraina mentre i leader occidentali hanno cercato di affrontare una crisi dei migranti ai confini orientali dell’Unione Europea.

L’Unione europea ha deciso di intensificare le sanzioni contro la Bielorussia per migliaia di migranti bloccati nelle foreste gelate ai suoi confini con l’UE.

La Bielorussia, uno stretto alleato della Russia, ha affermato che le affermazioni di aver alimentato la crisi sono “assurde”.

Parlando al telefono con il presidente russo Vladimir Putin nell’ambito di una raffica di conversazioni tra i leader occidentali e Russia, Bielorussia e Ucraina, il leader francese ha espresso la sua forte preoccupazione per la situazione ai confini dell’Ucraina.

“La nostra volontà di difendere la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina è stata ribadita dal presidente”, ha detto un consigliere di Macron.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in precedenza aveva respinto come “sbagliata” una dichiarazione del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti secondo cui la crisi del confine con la Bielorussia aveva lo scopo di distrarre l’attenzione dall’aumento dell’attività militare russa vicino all’Ucraina, un’altra ex repubblica sovietica.

L’UE sta cercando di fermare quella che dice essere una politica della Bielorussia per spingere i migranti verso di essa per vendicare le precedenti sanzioni per la repressione delle proteste dello scorso anno contro la contestata rielezione del leader veterano Alexander Lukashenko. Bielorussia e Russia hanno entrambe ripetutamente negato qualsiasi ruolo.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato lunedì che la NATO non voleva speculare sulle intenzioni della Russia sull’Ucraina, aggiungendo: “Vediamo un’insolita concentrazione di truppe e sappiamo che la Russia è stata disposta a utilizzare questo tipo di capacità militari per condurre azioni aggressive contro l’Ucraina”.

PREOCCUPAZIONE DEGLI STATI UNITI

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha affermato di aver continuato a vedere la Russia concentrare le forze insieme a un’insolita attività militare vicino al confine con l’Ucraina.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha affermato che l’accumulo è preoccupante e che il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin incontrerà la sua controparte ucraina giovedì.

I separatisti sostenuti dalla Russia hanno preso il controllo della regione ucraina orientale del Donbass nel 2014 in un conflitto che è proseguito.

Mosca ha anche annesso la Crimea dall’Ucraina all’inizio di quell’anno dopo che l’ex repubblica sovietica ha cercato legami più stretti con l’UE.

Mosca rivendica le acque del Mar Nero intorno alla Crimea, sebbene la maggior parte dei paesi consideri la penisola ancora ucraina.

Nella lettura dell’appello al Cremlino con Macron, Putin ha affermato che le esercitazioni militari su larga scala organizzate dagli Stati Uniti e dai suoi alleati nel Mare Posteriore sono state una “provocazione”.

“Questo sta aumentando le tensioni nelle relazioni tra Russia e Nato”, ha affermato il Cremlino. I migranti – principalmente dall’Iraq e dall’Afghanistan – hanno iniziato ad apparire sui confini terrestri della Bielorussia con l’UE quest’anno, cercando di attraversare gli stati membri Lituania, Lettonia e Polonia attraverso rotte non utilizzate prima.

Il massimo diplomatico Ue, Josep Borrell, ha affermato che un quinto pacchetto di sanzioni è stato concordato dai ministri degli Esteri Ue e sarà finalizzato nei prossimi giorni.

Prenderebbero di mira le compagnie aeree, le agenzie di viaggio e gli individui coinvolti in “questa spinta illegale di migranti”, ha affermato.

La Lettonia ha dichiarato lunedì di aver schierato 3.000 soldati per un’esercitazione militare precedentemente non annunciata vicino al confine.

Essa, la Lituania e la Polonia costituiscono il fianco orientale dell’UE e della NATO, mentre l’Ucraina non è membro di nessuno dei due gruppi occidentali.

Diverse centinaia di migranti, alcuni dei quali lanciando pietre, hanno fatto un nuovo tentativo lunedì di attraversare il confine vicino al villaggio polacco di Starzyna, ma sono stati respinti, ha detto la polizia polacca su Twitter.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel e Lukashenko hanno discusso telefonicamente di aiuti umanitari per rifugiati e migranti, ha detto un portavoce del governo tedesco.

I colloqui sono il primo contatto noto tra il presidente bielorusso e un leader occidentale da quando le elezioni presidenziali dello scorso anno in Bielorussia hanno innescato proteste di massa da parte dei manifestanti che accusavano Lukashenko di brogli elettorali, un’accusa che lui nega.

Merkel e Lukashenko hanno accettato di continuare il loro scambio, ha detto il portavoce, ma non ha dato alcun segno che fosse stato fatto un passo avanti. Merkel ha parlato due volte con Putin nei giorni scorsi.

A Washington, la Casa Bianca ha affermato di essere in stretto contatto con gli alleati dell’UE per ritenere responsabile il governo della Bielorussia.

Il Cremlino, che ha inviato bombardieri strategici a pattugliare la Bielorussia, ha detto che Putin ha parlato con Lukashenko domenica e che Mosca non aveva intenzione di deviare i flussi di gas dalla Bielorussia nonostante Minsk minacciasse di tagliare il transito verso l’Europa attraverso il gasdotto Yamal.

Almeno otto persone sono morte lungo il confine terrestre lungo 200 km tra Polonia e Bielorussia, anche per il freddo e la stanchezza.

L’area scarsamente popolata di laghi, paludi e foreste sta diventando ancora più ostile alle persone che cercano di riscaldarsi attorno ai falò durante le fredde notti di novembre.

Borrell dell’UE ha esortato Varsavia a consentire gli aiuti umanitari alla frontiera, dove la Polonia ha schierato circa 20.000 poliziotti, guardie di frontiera e soldati.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento