Home Attualità Gli Stati Uniti rafforzano le alleanze per ‘marcare’ Cina e Corea del Nord

Gli Stati Uniti rafforzano le alleanze per ‘marcare’ Cina e Corea del Nord

by Nik Cooper

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato mercoledì che la Cina si sta comportando in modo aggressivo e repressivo, e il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha chiesto un’alleanza più forte con la Corea del Sud per affrontare meglio le preoccupazioni sulla sicurezza in Cina e Corea del Nord.

Parlando a una tavola rotonda di giornalisti giapponesi a Tokyo, Blinken ha detto che Pechino “sta sollevando le tensioni, non diminuendole”, citando il suo atteggiamento nei confronti di Taiwan e le azioni nel Mar Cinese Orientale e Meridionale dove ha controversie territoriali con il Giappone e altre nazioni asiatiche.

Blinken sta visitando il Giappone e la Corea del Sud insieme ad Austin nel tentativo di rafforzare le alleanze di Washington in Asia, in un primo viaggio all’estero da parte di membri di alto livello dell’amministrazione del presidente Joe Biden.

Le vaste rivendicazioni territoriali della Cina nel Mar Cinese Orientale e Meridionale sono diventate una questione prioritaria in una relazione sino-statunitense sempre più ostica e rappresentano un’importante preoccupazione per la sicurezza del Giappone.

Blinken ha detto che Pechino “sta agendo in modo più repressivo in patria e in modo più aggressivo all’estero, incluso nel Mar Cinese Orientale, anche per quanto riguarda il Senkakus, così come il Mar Cinese Meridionale e anche nei confronti di Taiwan”.

I Senkakus, noti anche come Diaoyu in Cina, sono isolotti nel Mar Cinese Orientale controllati dal Giappone ma rivendicati dalla Cina.

“Il Giappone ha un reale interesse per ciò che accade per quanto riguarda Taiwan e lo stretto di Taiwan e abbiamo passato un po’ di tempo a confrontare le note su questo”, ha detto Blinken descrivendo i colloqui che ha avuto con i funzionari giapponesi martedì.

I commenti hanno fatto eco alle dichiarazioni rilasciate da Blinken, Austin e dalle loro controparti giapponesi dopo i colloqui “2 + 2” a Tokyo e anticipano i primi incontri di persona di Blinken con le controparti cinesi programmati per la fine di questa settimana in Alaska.

“Attendiamo con impazienza l’opportunità di esporre in termini molto chiari alle nostre controparti cinesi alcune delle preoccupazioni che abbiamo riguardo alle azioni che stanno intraprendendo”, ha detto Blinken.

Dopo l’arrivo a Seul, Austin ha sottolineato l’importanza dell’alleanza degli Stati Uniti con la Corea del Sud nel rispondere alle crescenti preoccupazioni sulla sicurezza in Cina e Corea del Nord.

“L’alleanza USA-Corea del Sud è sempre più importante a causa delle minacce senza precedenti dalla Cina e dalla Corea del Nord”, ha detto Austin all’inizio dei colloqui con il ministro della Difesa sudcoreano Suh Wook, secondo l’agenzia di stampa Yonhap.

Austin ha definito l’alleanza un “perno” per la pace, la sicurezza e la prosperità nel nord-est asiatico e per una regione indo-pacifica libera e aperta e oltre.

Suh ha detto che era importante per gli alleati mantenere una forte deterrenza e una posizione di difesa comune contro la Corea del Nord, e ha promesso di rafforzare l’alleanza, ha detto Yonhap.

Austin e Blinken dovevano tenere colloqui “2 + 2” con le loro controparti sudcoreane e incontrare il presidente Moon Jae-in e altri alti funzionari fino a giovedì.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento