Home Cronaca Kherson occupata dalla Russia subisce il contrattacco dell’Ucraina

Kherson occupata dalla Russia subisce il contrattacco dell’Ucraina

by Nik Cooper

Una controffensiva ucraina ha praticamente tagliato fuori la città meridionale di Kherson occupata dai russi e ha lasciato migliaia di truppe russe di stanza vicino al fiume Dnipro “altamente vulnerabili”, hanno affermato giovedì funzionari della difesa e dell’intelligence britannici.

L’Ucraina ha chiarito che intende riconquistare Kherson, caduto in Russia nei primi giorni dell’invasione lanciata dal presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio.

Il ministero della Difesa britannico ha affermato che le forze ucraine hanno probabilmente stabilito una testa di ponte a sud del fiume Ingulets e hanno utilizzato una nuova artiglieria a lungo raggio per danneggiare almeno tre dei ponti che attraversano il Dnipro.

“La 49a armata russa, di stanza sulla sponda occidentale del fiume Dnipro, ora sembra molto vulnerabile”, ha affermato in un regolare bollettino di intelligence su Twitter, aggiungendo che Kherson era praticamente tagliato fuori dagli altri territori occupati dalla Russia.

“La sua perdita minerebbe gravemente i tentativi della Russia di dipingere l’occupazione come un successo”.

Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina, in precedenza ha twittato che la Russia stava concentrando “il numero massimo di truppe” nella direzione del Kherson, ma non ha fornito dettagli.

Oleksiy Arestovych, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy, ha affermato che la Russia sta conducendo un “massiccio ridispiegamento” di forze da est a sud in quello che è stato un passaggio strategico dall’attacco alla difesa.

Zelenskiy ha detto che l’Ucraina ricostruirà il ponte Antonivskyi sul Dnipro e altri valichi nella regione.

“Stiamo facendo di tutto per garantire che le forze di occupazione non abbiano opportunità logistiche nel nostro Paese”, ha detto in un discorso di mercoledì sera.

I funzionari russi avevano precedentemente affermato che si sarebbero rivolti invece a ponti di barche e traghetti per far attraversare il fiume alle forze armate.

Mercoledì le forze sostenute dalla Russia hanno dichiarato di aver catturato la centrale elettrica a carbone di Vuhlehirsk dell’era sovietica, la seconda più grande dell’Ucraina, in quello che è stato il primo significativo vantaggio di Mosca in più di tre settimane.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento