Home Attualità Putin invia una lettera a Kim per stringere relazioni più solide con la Corea del Nord

Putin invia una lettera a Kim per stringere relazioni più solide con la Corea del Nord

by Freelance

Di Mimmo Di Maggio

In una lettera inviata al suo omologo Kim Jong-un nel giorno della liberazione di Pyongyang, Putin ha affermato che la mossa sarebbe nell’interesse di entrambi i paesi.

A sua volta, Kim ha affermato che l’amicizia tra le due nazioni è stata forgiata durante la seconda guerra mondiale con la vittoria sul Giappone.

Ha aggiunto che la loro “amicizia fraterna” si sarebbe rafforzata.

L’Unione Sovietica era un tempo un importante alleato comunista della Corea del Nord, offrendo cooperazione economica, scambi culturali e aiuti.

Secondo l’agenzia di stampa statale nordcoreana KCNA, Putin ha affermato che l’ampliamento delle relazioni bilaterali “sarebbe conforme agli interessi dei due paesi”.

Nella sua lettera, Kim ha affermato che l’amicizia tra Russia e Corea del Nord “forgiata nella guerra anti-giapponese” è stata “consolidata e sviluppata secolo dopo secolo”.

Ha aggiunto che “la cooperazione strategica e tattica, il supporto e la solidarietà” tra i due paesi “sono stati posti su un nuovo livello elevato, sul fronte comune per aver frustrato la minaccia e la provocazione militare delle forze ostili”.

Pyongyang non ha identificato le forze ostili per nome, ma il termine è stato usato ripetutamente dalla Corea del Nord per riferirsi agli Stati Uniti e ai suoi alleati.

Parlando a uno spettacolo di armi vicino a Mosca, il presidente Putin ha dichiarato: “Siamo pronti a offrire ad alleati e partner i più moderni tipi di armi, dalle armi leggere ai veicoli corazzati e all’artiglieria, aerei da combattimento e veicoli aerei senza pilota”.

Putin ha detto che le armi russe sono apprezzate per la loro “affidabilità, qualità” e che “quasi tutte sono state utilizzate in vere operazioni di combattimento più di una volta”.

L’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio si è rivelata costosa per l’esercito russo, nonostante le sue armi avanzate come i missili da crociera. Le forze ucraine più piccole hanno meno potenza di fuoco, ma ciò include varie armi occidentali, che hanno inflitto pesanti perdite.

A luglio, la Corea del Nord è stato uno dei pochi paesi a riconoscere ufficialmente due “repubbliche popolari” separatiste sostenute dalla Russia nell’Ucraina orientale, dopo che la Russia ha firmato un decreto che le dichiarava indipendenti. Per rappresaglia, l’Ucraina ha interrotto tutti i rapporti diplomatici con Pyongyang.

Le forze russe stanno ancora cercando di consolidare la loro presa sulle regioni di Donetsk e Luhansk, contro la feroce resistenza ucraina.

Molte delle armi progettate dalla Russia della Corea del Nord sono vecchie, dell’era sovietica. Ma ha missili simili a quelli russi.

L’ambasciatore russo a Pyongyang, Alexander Matsegora, ha detto al quotidiano russo Izvestia che una cooperazione più stretta potrebbe significare lavoratori nordcoreani “altamente qualificati e industriosi” che aiutano a ricostruire le infrastrutture danneggiate di Donetsk e Luhansk, controllate dalla Russia.

Ha anche affermato che Pyongyang desiderava ottenere parti di ricambio per attrezzature pesanti dell’era sovietica consegnate alle sue fabbriche e centrali elettriche dall’Ucraina orientale.

Le relazioni tra Russia e Corea del Nord sono diminuite dopo il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991, ma sono gradualmente aumentate con l’inasprirsi delle relazioni della Russia con l’Occidente negli ultimi anni.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento