Home In evidenza Free Word for a Free World: Free Julian Assange

Free Word for a Free World: Free Julian Assange

by Romano Franco

E’ una macchia indelebile per l’occidente quella che vede coinvolto il povero Julian Assange. Il giornalista australiano fondatore di Wikileaks sono anni che viene trattato peggio di un terrorista internazionale da Stati Uniti e Alleati e, da poche ore, la corte di Londra ha appena autorizzato l’ordine di estradizione di Assange negli USA dove rischia qualcosa come 175 anni di detenzione per avere detto la verità e aver fatto semplicemente il suo lavoro di giornalista.

La verità fa male

Assange aveva condannato gli orrori commessi dagli Usa durante la loro opera di esportazione della democrazia che han finito per fare stragi di civili innocenti.

La vicenda di Assange puzza di complotto. Tutto partì in Svezia dove il giornalista venne arrestato per stupro, che poi è stato derubricato dalla stessa procura svedese in fretta e furia come molestia.

Quella denuncia consentì al Regno Unito di incarcerare l’11 aprile del 2019 Assange presso la Prigione Belmarsh e diede la possibilità al al governo britannico di servire il giornalista, su un piatto d’argento, allo Zio Sam.

La Corte Suprema di Londra ha emesso un ordine formale di estradizione negli Usa per Julian Assange. L’ordine è stato emesso dopo un’udienza durata sette minuti: “In parole povere, ho il dovere di inviare il caso al ministro per una decisione”, ha dichiarato il giudice Paul Goldspring.

Il presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti sostiene che “la cosa scandalosa è che Assange rischia il carcere per aver rivelato gli imbrogli e i dossier falsificati che hanno provocato l’invasione dell’Afghanistan e dell’Iraq. Ma i governanti che hanno prodotto quei dossier girano per il mondo lautamente retribuiti”.

Ma proprio mentre si accusa la forte propaganda russa e mentre il mondo discute sui capi di accusa da infliggere ad un leader mondiale spietato e sanguinario è scandaloso e paradossale che uno come Assange, un giornalista che ha riportato gli scandali commessi dall’occidente, venga condannato al posto di chi si è macchiato di quei terribili crimini contro l’umanità.

Il metodo applicato nei confronti di Assange è vigliacco e ci manda un messaggio che non ha precedenti nel mondo libero: Nell’occidente non vi è spazio per la verità!

Free Word for a Free World: Free Julian Assange

Potrebbe interessarti

Lascia un commento