Home Approfondimenti 17 dicembre 1903: Vola il primo aereo della storia

17 dicembre 1903: Vola il primo aereo della storia

by Freelance

Di Eugenio Magnoli

Vicino a Kitty Hawk, nella Carolina del Nord, Orville e Wilbur Wright effettuano il primo volo di successo nella storia di un aereo semovente il 17 dicembre 1903. Orville pilotò il biplano a elica a benzina, che rimase in alto per 12 secondi e ha coperto 120 piedi durante il suo volo inaugurale.

Orville e Wilbur Wright sono cresciuti a Dayton, Ohio, e hanno sviluppato un interesse per l’aviazione dopo aver appreso dei voli in aliante dell’ingegnere tedesco Otto Lilienthal nel 1890.

A differenza dei loro fratelli maggiori, Orville e Wilbur non frequentarono il college, ma possedevano straordinarie capacità tecniche e un approccio sofisticato alla risoluzione dei problemi di progettazione meccanica.

Costruirono macchine da stampa e nel 1892 aprirono un negozio di vendita e riparazione di biciclette. Presto costruirono le proprie biciclette e questa esperienza, combinata con i profitti delle loro varie attività, permise loro di perseguire attivamente il loro sogno di costruire il primo aeroplano al mondo.

Dopo aver studiato a fondo gli sforzi di altri ingegneri per costruire un velivolo controllato, i fratelli Wright hanno scritto all’Ufficio meteorologico degli Stati Uniti chiedendo un luogo adatto per condurre test di alianti.

Si stabilirono a Kitty Hawk, un villaggio isolato sulle Outer Banks della Carolina del Nord, che offriva venti costanti e dune di sabbia da cui planare e atterrare dolcemente.

Il loro primo aliante, testato nel 1900, ha avuto scarse prestazioni, ma un nuovo progetto, testato nel 1901, ha avuto più successo.

Nello stesso anno, hanno costruito una galleria del vento dove hanno testato quasi 200 ali di diverse forme e design.

Le sperimentazioni sistematiche dei fratelli hanno dato i loro frutti: hanno effettuato centinaia di voli di successo nel loro aliante del 1902 a Kill Devils Hills vicino a Kitty Hawk.

Il loro aliante biplano era dotato di un sistema di manovrabilità, basato su un timone mobile, che risolveva il problema del volo controllato. Ora erano pronti per il volo a motore.

A Dayton, hanno progettato un motore a combustione interna da 12 cavalli con l’assistenza del macchinista Charles Taylor e hanno costruito un nuovo aereo per ospitarlo.

Nell’autunno del 1903 trasportarono il loro aereo in pezzi a Kitty Hawk, lo assemblarono, fecero alcuni ulteriori test e il 14 dicembre Orville fece il primo tentativo di volo a motore.

Il motore si è spento durante il decollo e l’aereo è stato danneggiato e hanno impiegato tre giorni a ripararlo. Poi alle 10:35 del 17 dicembre, di fronte a cinque testimoni, l’aereo è corso lungo un binario della monorotaia e si è alzato in aria, rimanendo in volo per 12 secondi e volando per 120 piedi, circa 36 metri.

Era nata l’era dell’aviazione moderna. Quel giorno furono fatti altri tre test, con Wilbur e Orville che pilotavano alternativamente l’aereo. Wilbur ha volato l’ultimo volo, coprendo 852 piedi, 262 metri, in 59 secondi.

Negli anni successivi, i fratelli Wright svilupparono ulteriormente i loro aeroplani, ma mantennero un basso profilo sui loro successi per assicurarsi brevetti e contratti per le loro macchine volanti. Nel 1905, i loro aerei potevano eseguire manovre complesse e rimanere in volo fino a 39 minuti alla volta.

Nel 1908 si recarono in Francia e fecero i loro primi voli pubblici, suscitando una diffusa eccitazione del pubblico. Nel 1909, il Signal Corps dell’esercito degli Stati Uniti acquistò un aereo appositamente costruito e i fratelli fondarono la Wright Company per costruire e commercializzare i loro aerei. Wilbur Wright morì di febbre tifoide nel 1912; Orville visse fino al 1948.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento