Home Attualità Putin si toglie la maschera e si paragona a Pietro il Grande

Putin si toglie la maschera e si paragona a Pietro il Grande

by Freelance

Di Mirko Fallacia

Il presidente russo Putin ha cercato di giustificare l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca dicendo che il suo paese sta ora cercando di riconquistare i suoi “territori originari”, proprio come fece il sovrano russo Pietro il Grande all’inizio del 18° secolo.

“Pietro il Grande ha condotto la Guerra del Nord per 21 anni e sembrerebbe che abbia combattuto con la Svezia e ne abbia strappato via qualcosa. Ma non si è ritagliato nulla! Stava riconquistando”, dice Putin a un incontro di giovani imprenditori a Mosca giovedì.

Parlando nell’area in cui è stata fondata la città di San Pietroburgo, Putin ha aggiunto che nessuno dei paesi europei all’epoca lo riconosceva come territorio russo.

“Tutti l’hanno riconosciuta come la Svezia e gli slavi hanno vissuto lì da tempo immemorabile insieme ai popoli ugro-finnici. Inoltre, questo territorio era sotto il controllo dello stato russo”, ha detto Putin.

“Secondo tutte le apparenze, è anche nostro destino riconquistare e rafforzare. E se partiamo dal presupposto che questi valori di base sono il fondamento della nostra esistenza, riusciremo sicuramente a risolvere i compiti che abbiamo di fronte”, ha affermato il presidente russo.

Uno dei consiglieri presidenziali dell’Ucraina ha risposto ai commenti di Vladimir Putin in cui il presidente russo ha cercato di giustificare la sua invasione dell’Ucraina.

Putin aveva detto che il suo paese stava ora cercando di riconquistare i suoi territori “originali”, proprio come fece il sovrano russo Pietro il Grande nel 18° secolo.

“La confessione di Putin sui sequestri di terre e il confronto con Pietro il Grande dimostrano che non c’è stato ‘conflitto’, solo il sanguinoso sequestro del Paese con i pretesti artificiosi del genocidio delle persone”.dice Mykhailo Podolyak consigliere presidenziale ucraino.

Podolyak ha anche affermato che non si dovrebbe parlare di salvare la faccia per la Russia, affermando invece che si dovrebbe discutere di “de-imperializzazione immediata”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento