Home Arte & Cultura Pillole Domenicali, le ultime novità in libreria: “Chronos”

Pillole Domenicali, le ultime novità in libreria: “Chronos”

by Guglielmo Brighi

La nostra magnifica ossessione, essenza della filosofia antica, moderna e contemporanea. Attraversa i secoli, interrogando l’uomo sul suo percorso e sul suo destino.

Francois Hartog con Chronos. L’Occidente alle prese con il tempo nella Piccola Biblioteca Einaudi, Nuova serie, ci presenta il  concetto di tempo nelle sue articolazioni più conosciute: storiche, politiche, filosofiche, religiose, scientifiche.

Apprendiamo dalla lettura che Chronos è la quantità del tempo ordinario, quella quantità di tempo inafferrabile. Kairos, invece, è la sua qualità e Krisis, la sua cesura, il taglio, la sua crisi intrinseca, appunto!

C’è chi ha sostenuto  e chi sostiene che il tempo sia irreale, una mera illusione della nostra mente. Hartog ci introduce nella concezione cristiana e del suo messaggio: la nuova alleanza.

Con il Nuovo Testamento, si assisterà al capovolgimento di Chronos. Il tempo cristiano rappresenta il più grande tentativo di sincronizzare e sincretizzare il tempo dell’uomo, il nostro tempo.

Tempo religioso ma anche politico, istituzionale, statuale. Tempo delle dinastie, tempo degli imperi. La grandezza di Cristo che l’uomo vuole preservare nella Rinnovatio Imperi Romani e nella più recente Translatio Imperii. La storicità cristiana è così rinnovata.

Il grande impianto politico prenderà il nome di Sacro Romano Impero. Oggi che gli imperi sono crollati, l’uomo occidentale è entrato in quella fase di nuovo dominio denominato Antropocene, termine coniato nel duemila dal Premio Nobel Paul Crutzen.

L’uomo inizia ad accorgersi di avere un impatto importante sull’ecosistema terrestre, l’uomo che può dominare la natura, l’uomo che la può già dominare!

L’età contemporanea ha  imposto all’uomo il suo tempo promettente ma anche atroce e disumano: il tempo duro della Shoah e dell’atomica. Entrambi bucano la storia ed il suo tempo. Forse, entrambi, ci fanno avvicinare prima al Giudizio Universale!

Potrebbe interessarti

Lascia un commento