Home Arte & Cultura Pillole Culturali, le ultime novità in libreria: “LE VIE ITALIANE DELLA SETA”

Pillole Culturali, le ultime novità in libreria: “LE VIE ITALIANE DELLA SETA”

by Guglielmo Brighi

Nella bella collana Ritrovare l’Italia, la Società editrice Il Mulino di Bologna manda in libreria andare per LE VIE ITALIANE DELLA SETA il nuovo lavoro di Maria Giuseppina Muzzarelli, storica della moda all’Università del capoluogo felsineo.

Un viaggio storico, culturale, imprenditoriale, sperimentale. La produzione serica, oggi sopravvissuta solamente in poche aree del paese, ha rappresentato un volano ed un laboratorio formidabile per la industrializzazione italiana.

Un modo di pensare non solo alla bellezza del primo Made in Italy ( ricordando Rosa Genoni, socialista, pacifista, sarta e docente di storia del costume ) ma anche alle prime solidarietà così tipicamente italiane promosse dal mondo serico: dal Monte bolognese della seta, all’ospedale degli Innocenti a Firenze, una delle prime istituzioni pubbliche in Europa dedicata all’accoglienza dei bambini e voluta proprio dall’Arte della Seta, una delle sette Arti Maggiori delle corporazioni di arti e mestieri della città di Firenze. Solidarietà, economia, sviluppo industriale, innovazione, tradizione.

La maggior parte della produzione dei bozzoli da seta è cessata nel nostro Paese tra la Prima e la Seconda Guerra mondiale. Oggi Cina e India sono i maggiori produttori.

Questa nostra storia così importante, così autentica, non finisce con l’amaro in bocca.

Scopriamo dal saggio della Muzzarelli che a Padova, nel laboratorio CREA, il più importante ente di ricerca governativo per l’agricoltura, si prova a rilanciare la sericoltura con l’introduzione di nuovi gelsi e nuove colture di bachi da seta.

Sarebbe una bella rivincita per il magnifico filamento.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento