Home In evidenza L’UE inserisce nella lista nera la compagnia aerea bielorussa prima delle sanzioni economiche

L’UE inserisce nella lista nera la compagnia aerea bielorussa prima delle sanzioni economiche

by Freelance

Di Gaia Marino

L’Unione europea sta preparando sanzioni contro la compagnia aerea nazionale bielorussa e circa una dozzina di alti funzionari dell’aviazione bielorussa, hanno affermato tre diplomatici, una misura tampone prima delle sanzioni economiche in seguito all’atterraggio forzato di un aereo passeggeri.

Il congelamento dei beni e il divieto di viaggio proposti fanno parte di un pacchetto di nuove sanzioni contro la Bielorussia da parte degli Stati dell’UE, indignati per il fatto che un volo Ryanair sia stato costretto ad atterrare a Minsk il 23 maggio per arrestare un giornalista dissidente e la sua ragazza.

I governi dell’UE, che hanno descritto l’incidente come pirateria di stato, affermano che stanno cercando di prendere di mira i settori che svolgono un ruolo centrale nell’economia bielorussa, per infliggere una vera punizione al presidente Alexander Lukashenko. Potrebbero includere la vendita di obbligazioni, il settore petrolifero e il potassio, una grande esportazione bielorussa.

Prima di imporre tali sanzioni economiche, il blocco dovrebbe concordare entro il 21 giugno – quando i ministri degli esteri dell’UE si riuniranno – un elenco più ridotto di sanzioni su individui e due entità come risposta rapida e intermedia, hanno affermato i diplomatici.

“Tutti gli stati dell’UE concordano con questo approccio”, ha detto un diplomatico. Un secondo diplomatico ha affermato che ci sarebbe stato “un chiaro segnale per Lukashenko che le sue azioni erano pericolose e inaccettabili”.

Mentre le sanzioni sono ancora in discussione, gli ambasciatori dell’UE già venerdì potrebbero pre-approvare il divieto di sorvoli e atterraggi nel territorio dell’UE da parte delle compagnie aeree bielorusse, consentendo ai ministri dell’UE di approvarle formalmente nel corso del mese.

La Gran Bretagna, che non fa più parte dell’UE, ha sospeso il permesso aereo per la compagnia di bandiera della Bielorussia, Belavia. L’UE dovrebbe fare lo stesso.

Lukashenko ha detto che la scorsa settimana il giornalista che ha fatto scendere l’aereo stava tramando una ribellione e ha accusato l’Occidente di condurre una guerra ibrida contro di lui.

Da quando l’anno scorso ha represso le proteste a favore della democrazia, ha resistito a tre precedenti round di sanzioni dell’UE e misure statunitensi comparabili, principalmente liste nere che vietano ai funzionari di viaggiare o fare affari in Europa e negli Stati Uniti.

I ministri degli esteri dell’UE hanno affermato la scorsa settimana che le nuove sanzioni includeranno un quarto round di divieti di viaggio e congelamento dei beni legati a una contestata elezione presidenziale in Bielorussia avvenuta lo scorso agosto. I circa una dozzina di nomi sono separati e direttamente collegati all’incidente Ryanair.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento