Home Attualità La polizia indaga su un gruppo di militanti “No-vax” con intenti violenti

La polizia indaga su un gruppo di militanti “No-vax” con intenti violenti

by Romano Franco

E’ una diatriba che si sta evolvendo in maniera radicale quella che vede implicati alcuni no-vax che “marciano”, per così dire, contro le disposizioni caldeggiate dal governo sul tanto discusso pass sanitario.

Con una nuova ondata alle porte e con nuove preoccupazioni al fronte, la polizia ha eseguito una serie di perquisizioni in diverse città nei confronti di appartenenti ai movimenti no vax, che su un gruppo Telegram avevano ipotizzato di compiere azioni violente nel corso delle manifestazioni contro i provvedimenti del governo.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Milano, sono state condotte dalla Digos e dalla polizia postale. Otto persone sono state denunciate per istigazione a delinquere aggravata.

Sono scattate perquisizioni a Roma, Milano, Bergamo, Venezia, Padova e Reggio Emilia. Oltre alle abitazioni, i controlli hanno riguardato pc, cellulari, tablet e account social.

I mitomani di questo gruppo Telegram denominato “I Guerrieri” si sono impegnati a fondo nel progettare azioni violente da realizzare – anche con l’uso di armi ed esplosivi fatti in casa – in occasione delle manifestazioni “No Green pass” organizzate su tutto il territorio nazionale, in particolare quella in programma nella Capitale per le giornate dell’11 e 12 settembre.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento