Home Attualità ‘Io so Calenda e voi non siete un ca…’

‘Io so Calenda e voi non siete un ca…’

by Romano Franco

L’autoreferenzialità per alcuni politici è un valore aggiunto ma nessuno mai può raggiungere i livelli di Carlo Calenda. Il piccolo principe dei Parioli ha un ego che, come direbbe il mitico De Sica, “Nun se batte”.

Leader del partito Azione targato sempre Lacoste, giura e promette di essere un socialista liberale che prende ispirazione dai Rosselli ma, nei fatti, è tutto fuorché liberale.

Proprio negli ultimi giorni l’ex ministro del governo Renzi aveva fatto intendere di voler correre per conto suo alle prossime elezioni politiche; proprio per questa sua difficoltà di condividere e riuscire a raggiungere compromessi con altri leader.

Ma d’un tratto ha cambiato subito idea dicendo sì a Enrico Letta ribadendo però che non prenderà parte ad una coalizione con Luigi Di Maio.

Ma deambulando tra una piroetta e l’altra Carlo Calenda dà il meglio di sé quando si parla di chi dovrebbe guidare il paese, e a domanda risponde che per lui dovrebbe essere Mario Draghi e in alternativa, se proprio dovessimo rinunciare a Mr. Bilderberg, il leader d’Azione afferma che “il Paese non si può fermare ad una persona – spiega Calenda – per cui se domani Draghi dicesse che non è disponibile, allora mi candiderei io”. Come se ricoprire l’incarico del premier fosse un favore che lui è disposto a farci.

Ma il Pd ha già fatto intendere al leader di Centro-destra-sinistra che non ha i numeri per poter decidere lui chi debba essere il futuro premier e, a quel punto, Calenda punta subito i piedi e dice: “Per Azione e +Europa il candidato presidente del Consiglio non può essere Letta. Forzare su questo punto chiuderebbe immediatamente la discussione”.

Le prese di coscienza e la democrazia non sono il pane quotidiano per il leader pariolino e anche come socio di minoranza comanda sempre lui.

Infatti, per quell’uomo d’Azione di nome Carlo Calenda “the show must go on” e chissenefrega se lui prende un quinto dei voti del Pd poiché lui è Calenda e voi non siete un ca…

Potrebbe interessarti

Lascia un commento