Home Attualità Stati Uniti e Cina pronte a scambiarsi colpe e insulti alla riunione sulla sicurezza asiatica

Stati Uniti e Cina pronte a scambiarsi colpe e insulti alla riunione sulla sicurezza asiatica

by Nik Cooper

Si prevede che gli Stati Uniti e la Cina utilizzeranno l’incontro di massima sicurezza dell’Asia questa settimana per scambiarsi colpe e insulti non tanto velati.

Le questioni tra le due superpotenze riguarderà per lo più Taiwan e la guerra in Ucraina, sebbene entrambe le parti abbiano indicato la volontà di discutere la gestione delle differenze, la trattativa come sempre sarà lunga e piena di ostacoli.

Lo Shangri-La Dialogue, che attira alti funzionari militari, diplomatici e fabbricanti di armi da tutto il mondo, si svolgerà dal 10 al 12 giugno a Singapore, la prima volta che l’evento si tiene dal 2019 dopo essere stato rinviato due volte a causa del COVID-19.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskiy parlerà dell’incontro in una sessione virtuale, hanno affermato gli organizzatori.

A margine del vertice, il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin e il ministro cinese della Difesa nazionale, generale Wei Fenghe, dovrebbero tenere il loro primo incontro faccia a faccia da quando il presidente Joe Biden è entrato in carica.

I media cinesi hanno anche affermato che Pechino utilizzerà l’incontro per discutere la cooperazione con gli Stati Uniti.

È probabile che Austin e Wei useranno i discorsi durante il fine settimana per riaffermare il loro impegno nella regione dell’Asia-Pacifico, pronunciando alcune osservazioni puntuali nella direzione dell’altro.

Le relazioni tra Cina e Stati Uniti sono state tese negli ultimi mesi, con le due maggiori economie del mondo che si sono scontrate su tutto, dalla questione Taiwan, alla attività militare di Pechino nel Mar Cinese Meridionale e i tentativi di espandere l’influenza nella regione del Pacifico.

“La questione chiave di quest’anno sarà inevitabilmente la relazione competitiva tra Stati Uniti e Cina”, ha affermato Meia Nouwens, Senior Fellow for Chinese Defense Policy and Military Modernization presso The International Institute for Strategic Studies, il think tank che organizza l’evento.

“C’è un nuovo senso di urgenza per quanto riguarda la modernizzazione in corso dell’Esercito popolare di liberazione e l’assertività che abbiamo visto dalla Cina negli ultimi due anni”.

Sebbene il vertice sia incentrato sulle questioni di sicurezza asiatiche, l’invasione russa dell’Ucraina rimarrà al centro delle discussioni.

Il conflitto, che ha ucciso decine di migliaia di persone, sradicato milioni di persone e ridotto le città in macerie, è entrato nel suo centesimo giorno la scorsa settimana.

L’Ucraina invierà una delegazione alla riunione ma i russi non parteciperanno.

I partecipanti americani sfrutteranno l’occasione per criticare la partnership strategica della Cina con la Russia e vedremo alcune inferenze della partnership Cina-Russia come una coalizione di autocrazie … La Cina difenderà le sue relazioni con la Russia, la sua posizione e la sua politica in risposta all’Ucraina. Ma gli Usa non cesseranno di provarci a dividere le due autocrazie.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento