Home In evidenza Putin giura che la Russia prevarrà in Ucraina

Putin giura che la Russia prevarrà in Ucraina

by Freelance

Di Gaia Marino

Il presidente russo Vladimir Putin ha giustificato l’invasione dell’Ucraina davanti a uno stadio di calcio gremito venerdì.

Parlando su un palco al centro dello stadio Luzhniki di Mosca, Putin ha promesso a decine di migliaia di persone che sventolavano bandiere russe che tutti gli obiettivi del Cremlino sarebbero stati raggiunti.

“Sappiamo cosa dobbiamo fare, come farlo e a quale costo. E realizzeremo assolutamente tutti i nostri piani”, ha detto Putin, alla manifestazione da un palco addobbato con slogan come “Per un mondo senza Nazismo” e “Per il nostro presidente”.

Molti degli slogan russi usati alla manifestazione incorporavano il simbolo “Z” che le forze russe hanno usato come motivo in Ucraina. Si leggeva “Za Putina” – “per Putin”.

Vestito con un dolcevita e un cappotto, Putin ha detto che i soldati che combattono in quella che la Russia chiama la sua “operazione militare speciale” in Ucraina hanno dimostrato l’unità della Russia.

“Spalla a spalla, si aiutano a vicenda, si sostengono a vicenda e quando necessario si schermano a vicenda dai proiettili con i loro corpi come fratelli. Tale unità non l’abbiamo avuta per molto tempo”, ha detto Putin.

Mentre stava parlando, la televisione di stato ha interrotto brevemente il suo discorso a metà frase e ha mostrato in precedenza filmati preregistrati di canzoni patriottiche, ma in seguito è apparso di nuovo alla televisione di stato.

L’agenzia di stampa RIA ha detto che il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato che un guasto tecnico su un server aveva provocato il malfunzionamento.

Non è stato immediatamente chiaro il motivo per cui il problema del server ha portato a un’interruzione così brusca e insolita.

La versione di Putin

Putin afferma che l’operazione in Ucraina era necessaria perché gli Stati Uniti stavano usando il paese per minacciare la Russia e la Russia doveva difendersi dal “genocidio” di lingua russa da parte dell’Ucraina.

L’Ucraina dice che sta lottando per la sua esistenza e che le affermazioni di genocidio di Putin non hanno senso. L’Occidente afferma che le affermazioni di voler fare a pezzi la Russia sono pura finzione.

Prima che Putin parlasse, l’emozionante inno nazionale russo, con le parole “La Russia è il nostro stato sacro” è esploso sugli spalti dello stadio utilizzato nella Coppa del Mondo di calcio 2018 insieme a successi pop più moderni come “Made in the U.S.S.R.”.

La band russa preferita di Putin, i Lyube, ha cantato canzoni patriottiche sulla guerra, il sacrificio e l’onore di coloro che combattono per la Russia.

E’ stata letta anche la poesia panslavista di Fëdor Tyutchev, i cui versi avvertivano i russi che sarebbero stati sempre considerati schiavi dell’Illuminismo dagli europei.

La Russia ha perso ogni illusione di fare affidamento sull’Occidente e Mosca non accetterà mai un ordine mondiale dominato dagli Stati Uniti che si comporta come uno sceriffo che cerca di chiamare tutti a rapporto in un saloon, dice il ministro degli Esteri Sergei Lavrov.

Putin, ha parlato proprio nello stesso momento in cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden era al telefono con il presidente cinese Xi Jinping.

“Una volta ha detto che questi temporali porteranno gloria alla Russia”, ha detto Putin. “Così era allora, così è ora e sarà sempre così”.

Il WFP, che sfama le persone nelle zone di crisi globale, acquista anche quasi la metà del suo grano dall’Ucraina. Kern ha affermato che la guerra ha già portato i prezzi alimentari globali ai massimi storici e potrebbe causare “fame collaterale” nei paesi poveri di tutto il mondo.

GOCCIA INTENSA

La Russia ha bombardato intensamente le città dell’Ucraina orientale, in particolare Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol.

Finora a Kiev è stato risparmiato un grande assalto, con lunghe colonne di truppe che scendevano da nord-ovest e da est e si sono fermate ai cancelli in pesanti combattimenti. Ma i residenti della capitale hanno subito attacchi missilistici mortali notturni.

I detriti di un missile hanno fatto esplodere un grande cratere nel terreno nel mezzo di un blocco residenziale dove si trovava anche una scuola nel nord di Kiev, mandando in frantumi centinaia di finestre e lasciando detriti sparsi per il complesso.

Almeno una persona è stata uccisa, hanno detto i servizi di emergenza. Il sindaco di Kiev ha detto che 19 persone sono rimaste ferite, inclusi quattro bambini.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento