Home In evidenza Papa, alla veglia pasquale: Le persone dovrebbero prendersi cura di coloro che sono ai margini della società

Papa, alla veglia pasquale: Le persone dovrebbero prendersi cura di coloro che sono ai margini della società

by Nik Cooper

Papa Francesco, alla guida di una veglia pasquale ridotta a causa del COVID-19, ha detto sabato che sperava che i tempi bui della pandemia finissero e che le persone potessero riscoprire “la grazia della vita quotidiana”.

Quest’anno è stata la seconda Pasqua consecutiva in cui a tutte le funzioni papali partecipano solo circa 200 persone in un altare secondario della Basilica di San Pietro invece delle quasi 10.000 che la più grande chiesa della cristianità può contenere.

Il servizio è iniziato due ore prima del solito in modo che i partecipanti potessero tornare a casa prima delle 22:00.

All’inizio della funzione, la basilica era al buio tranne che per le fiamme delle candele tenute dai partecipanti per indicare l’oscurità nel mondo davanti a Gesù. Mentre il Papa, i cardinali e i vescovi si recavano all’altare e un cantore ha cantato tre volte, le luci della basilica si sono accese.

Nella sua omelia, Francesco, che segna il nono appuntamento pasquale del suo pontificato, ha detto che la festa porta con sé la speranza di un rinnovamento a livello personale oltre che globale.

“In questi mesi bui di pandemia, ascoltiamo il Risorto mentre ci invita a ricominciare da capo e non perdere mai la speranza”, ha detto Francesco.

Proprio come Gesù ha portato il suo messaggio “a coloro che lottano per vivere giorno per giorno”, ha detto, le persone oggi dovrebbero prendersi cura di coloro che sono più bisognosi ai margini della società.

“(Dio) ci invita a superare le barriere, a bandire i pregiudizi e ad avvicinarci a chi ci circonda ogni giorno per riscoprire la grazia della vita quotidiana”, ha detto Francesco.

La domenica di Pasqua, il giorno più importante del calendario liturgico cristiano, il papa consegnerà il suo messaggio “Urbi et Orbi” (alla città e al mondo).

Potrebbe interessarti

Lascia un commento