Home Senza categoria Mentre in Italia si discute, l’Olanda entrerà nel suo blocco più duro a Natale

Mentre in Italia si discute, l’Olanda entrerà nel suo blocco più duro a Natale

by Redazione

Mentre in Italia si discute ancora del più e del meno, i Paesi Bassi, questa settimana, si apprestano ad entrare nel loro blocco più duro dall’inizio della pandemia di coronavirus. Il primo ministro Mark Rutte dovrebbe annunciare la sua decisione drastica: scuole e negozi saranno chiusi per almeno un mese, hanno riferito i media olandesi lunedì.

Rutte ha tenuto lunedì riunioni di emergenza sull’aumento del tasso di infezioni da COVID-19 e ha intrapreso il passo insolito di invitare i capi di tutti i partiti politici in parlamento a partecipare ai colloqui.

Ci si aspetta che annunci le misure di blocco più severe in un raro discorso televisivo nel paese, trasmesso dal suo ufficio alle 19.00 ora locale.

Le emittenti NOS e RTL hanno citato fonti governative che affermano che tutte le scuole e i negozi non essenziali sarebbero stati chiusi fino al 19 gennaio, insieme a asili nido, palestre, musei, zoo, cinema, parrucchieri e saloni di bellezza.

Supermercati, banche e farmacie sarebbero autorizzati a rimanere aperti, hanno detto NOS e RTL. Ciò renderebbe il blocco più severo di quello imposto durante la prima ondata di COVID-19 tra marzo e maggio, quando le scuole erano chiuse ma i negozi potevano aprire.

Le nuove infezioni da coronavirus nel paese sono aumentate di circa 8.500 nelle 24 ore fino a lunedì mattina, secondo i dati rilasciati dalle autorità sanitarie nazionali.

Ciò ha fatto seguito a un balzo di quasi 10.000 del giorno prima, che è stato il più grande aumento in più di sei settimane.

I Paesi Bassi hanno registrato più di 600.000 casi e 10.000 decessi durante la pandemia di coronavirus.

Nonostante le restrizioni, i quartieri dello shopping in tutti i Paesi Bassi sono stati affollati per settimane, con un picco di infezioni dopo le celebrazioni del 5 dicembre, giorno di San Nicola.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento