Home Cronaca La Russia invita gli esperti delle Nazioni Unite e della Croce Rossa a indagare sulle morti nelle carceri ucraine

La Russia invita gli esperti delle Nazioni Unite e della Croce Rossa a indagare sulle morti nelle carceri ucraine

by Freelance

La Russia domenica ha invitato gli esperti delle Nazioni Unite e della Croce Rossa a indagare sulla morte di dozzine di prigionieri ucraini detenuti dai separatisti sostenuti da Mosca, mentre il presidente dell’Ucraina ha ordinato l’evacuazione dei residenti nella regione orientale di Donetsk.

Il presidente Volodymyr Zelenskiy ha affermato che centinaia di migliaia di persone sono ancora esposte a aspri combattimenti nella regione del Donbas, che contiene la provincia di Donetsk e Luhansk.

“Molti si rifiutano di andarsene, ma deve ancora essere fatto”, ha detto Zelenskiy in un discorso televisivo alla fine di sabato. “Più persone lasciano la regione di Donetsk ora, meno persone l’esercito russo potrà uccidere”.

Ucraina e Russia si sono scambiate accuse per un attacco missilistico o un’esplosione all’inizio di venerdì che sembravano aver ucciso dozzine di prigionieri di guerra ucraini nella città in prima linea di Olenivka, nella parte orientale di Donetsk.

La Russia ha invitato esperti delle Nazioni Unite e della Croce Rossa a indagare “nell’interesse di condurre un’indagine obiettiva”, ha affermato domenica il ministero della Difesa.

Il ministero aveva pubblicato un elenco di 50 prigionieri di guerra ucraini uccisi e 73 feriti in quello che si diceva fosse un attacco militare ucraino con un sistema missilistico di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS) di fabbricazione statunitense.

Le forze armate ucraine hanno negato la responsabilità, dicendo che l’artiglieria russa aveva preso di mira la prigione per nascondere i maltrattamenti lì. Il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba ha dichiarato venerdì che la Russia ha commesso un crimine di guerra e ha chiesto la condanna internazionale.

Per ora non è stato possibile verificare immediatamente le diverse versioni degli eventi.

L’ONU aveva dichiarato di essere disposta a inviare esperti per indagare se avesse ottenuto il consenso di entrambe le parti.

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha detto che stava cercando l’accesso e si era offerto di aiutare a evacuare i feriti.

L’Ucraina ha accusato la Russia di atrocità contro i civili e ha identificato più di 10.000 possibili crimini di guerra. La Russia, al contrario, nega di aver preso di mira civili.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento