Home Attualità La Cina estende le esercitazioni militari intorno a Taiwan dopo la visita di Pelosi

La Cina estende le esercitazioni militari intorno a Taiwan dopo la visita di Pelosi

by Freelance

Di Mirko Fallacia

Le navi della marina cinese sono rimaste attive al largo della costa orientale e occidentale di Taiwan mercoledì mattina mentre Pechino ha continuato le esercitazioni militari per protestare contro la visita della scorsa settimana sull’isola da parte della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi.

Una Cina furiosa ha esteso le sue più grandi esercitazioni di sempre intorno all’isola autogovernata che rivendica come propria oltre i quattro giorni originariamente programmati.

Le esercitazioni della scorsa settimana hanno incluso lanci di missili balistici, alcuni dei quali hanno sorvolato la capitale dell’isola, Taipei, e simulazioni di attacchi marittimi e aerei nei cieli e nei mari che circondano Taiwan.

Il video pubblicato mercoledì dall’emittente statale cinese CCTV mostrava aerei da combattimento cinesi che volavano e facevano rifornimento durante il volo, così come navi della marina su quelle che si diceva fossero esercitazioni intorno a Taiwan.

Il comando del teatro orientale dell’Esercito popolare di liberazione cinese ha affermato che le esercitazioni erano incentrate sui blocchi e sulla logistica dei rifornimenti, “in un ambiente elettromagnetico complesso per perfezionare le capacità di contenimento e controllo articolari”, secondo CCTV.

Circa 20 navi della marina cinese e della marina taiwanese sono rimaste vicine alla linea mediana dello Stretto di Taiwan, un cuscinetto non ufficiale che separa le due parti, a partire da mercoledì mattina.

Diverse altre navi cinesi hanno continuato a condurre missioni al largo della costa orientale di Taiwan, secondo la fonte, che ha parlato in condizione di anonimato.

Martedì il ministro degli Esteri di Taiwan ha dichiarato che la Cina sta usando le esercitazioni militari come piano di gioco per prepararsi all’invasione dell’isola autogovernata.

“Sta conducendo esercitazioni militari su larga scala e lanci di missili, nonché attacchi informatici, disinformazione e coercizione economica, nel tentativo di indebolire il morale pubblico a Taiwan”, ha detto Joseph Wu martedì, senza fornire prove o offrire un calendario.

“Dopo la conclusione delle esercitazioni, la Cina potrebbe tentare di routine la sua azione nel tentativo di distruggere lo status quo a lungo termine attraverso lo Stretto di Taiwan”.

Pelosi, critico di lunga data della Cina e alleato politico del presidente Joe Biden, ha visitato Taiwan la scorsa settimana in quella che Pechino ha tacciato come la più grande provocazione da parte di un dirigente americano, nonostante gli avvertimenti.

La Cina afferma che le sue relazioni con Taiwan sono una questione interna e si riserva il diritto di portare l’isola sotto il suo controllo, se necessario con la forza. Taiwan rifiuta le affermazioni della Cina, dicendo che solo il popolo taiwanese può decidere il proprio futuro.

Washington si è attenuta alla sua valutazione secondo cui la Cina non avrebbe tentato di invadere Taiwan per i prossimi due anni, ha detto lunedì un funzionario del Pentagono.

Il ministero della Difesa di Taiwan mercoledì ha pubblicato un video che mostra le sue forze armate durante le esercitazioni, affermando che i suoi militari sono “pronti a mantenere il nostro paese al sicuro” e la Cina non ha fermato le sue “incursioni” nelle aree vicino a Taiwan.

Le truppe di Taiwan stavano sorvegliando i loro posti “24 ore su 24, 7 giorni su 7” e hanno aumentato il loro livello di allerta, ha affermato il ministero, seguendo le linee guida di “difendere la linea mediana, difendere le acque territoriali e difendere la sovranità” per mantenere lo status quo.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento