Home Cronaca Il presidente ceco Zeman portato in ospedale nel momento chiave del post-elettorale

Il presidente ceco Zeman portato in ospedale nel momento chiave del post-elettorale

by Nik Cooper

Il presidente ceco Milos Zeman è stato portato in ospedale domenica, portando incertezza nel momento chiave, in cui il presidente dovrebbe guidare i colloqui politici sulla formazione di un nuovo governo dopo le elezioni parlamentari.

Una portavoce dell’ospedale militare centrale di Praga ha detto che Zeman, 77 anni, era ricoverato in ospedale e il direttore dell’ospedale avrebbe tenuto un briefing alle 14:00.

I giornalisti hanno visto un’ambulanza lasciare il castello presidenziale a Lany, a ovest di Praga, subito dopo che Zeman ha incontrato il primo ministro Andrej Babis. Né l’ufficio di Babis né quello di Zeman hanno rilasciato commenti dopo l’incontro.

Il portavoce di Zeman, Jiri Ovcacek, ha confermato che il presidente era stato portato in ospedale, ma non ha fornito dettagli su ciò che non andava in lui.

“Sulla base di una raccomandazione del suo medico curante, il professore Miroslav Zavoral, Milos Zeman ha accettato di essere ricoverato all’ospedale militare centrale di Praga”, ha detto Ovcacek su Twitter.

“Il presidente è stato ricoverato in ospedale domenica 10 ottobre”.

L’ufficio presidenziale aveva precedentemente affermato che Zeman era malato e il mese scorso ha trascorso otto giorni in ospedale. Ma i funzionari non hanno fornito dettagli sulle sue condizioni.

Il partito centrista ANO di Babis ha perso di misura le elezioni parlamentari – che si sono svolte venerdì e sabato – contro la coalizione di centrodestra Together, e non sembrava avere alcuna possibilità di formare una maggioranza di governo.

Ma insieme alla coalizione liberale Pirati/Sindaci hanno comquistato in totale 108 seggi nella camera bassa da 200 seggi e hanno detto che intendevano formare un governo.

Tuttavia, mentre Babis ha ammesso sabato che Together ha vinto più voti come coalizione, non ha segnalato un passaggio all’opposizione, dicendo “Se il presidente mi autorizza a farlo, condurrò i colloqui sulla formazione di un governo”.

Nella Repubblica ceca, il presidente conduce i colloqui con i leader del partito dopo le elezioni per trovare una maggioranza praticabile.

Secondo la costituzione, il presidente può nominare chiunque come primo ministro e incaricarlo di nominare un gabinetto. Un nuovo governo deve affrontare un voto di fiducia alla camera bassa entro un mese dalla sua nomina.

Zeman aveva detto prima delle elezioni che avrebbe nominato il leader del più grande partito individuale vincente, non una coalizione, per cercare di formare un governo.

Il che riporta a Babis, dal momento che l’ANO, il suo partito, è stato il gruppo che ha ottenuto il maggior numero di voti rispetto agli altri. Zeman, alleato di Babis, non ha rilasciato commenti sui suoi prossimi passi dopo i risultati delle elezioni.

Secondo la costituzione, l’autorità del presidente di nominare il primo ministro passa al presidente della camera bassa se la carica presidenziale è vacante.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento