Home Senza categoria Il nostro impegno per il NO

Il nostro impegno per il NO

by Bobo Craxi

Questa testata si impegna a sostenere le ragioni del voto NO al referendum del 29 marzo al quale i cittadini italiani sono chiamati per abolire un congruo numero di parlamentari della Repubblica. Questa misura non è altro che il baratto sottoscritto dalle forze politiche che hanno contratto con i Cinque Stelle un patto di governo senza valutare le conseguenze politiche di una misura così radicale e senza produrre il ragionevole conforto di una logica spiegazione attraverso la quale giustificare l’amputazione di una norma costituzionale che ha sempre tenuto in conto la necessità che l’assemblea legislativa fosse rappresentativa di un ampio spettro di forze politiche democratiche nonché di una proporzionale rappresentazione di eletti sul vasto territorio italiano.
La misura in questione adottata a loro dire per ragioni di riduzione della spesa ha il pessimo pregio di reintrodurre una filosofia antiparlamentare che è propria di tutte le politiche della reazione e dell’autoritarismo che intende ridurre spazi di democrazia e determinare assemblee totalmente octroyé ovvero imposte dall’alto e preferibilmente attraverso il privilegio del censo.
È mendace l’argomento secondo il quale si risparmierebbe in termini economici, esso non ha né capo né coda, se si vuole risparmiare si riduce il costo degli emolumenti parlamentari.
È falsa l’idea di una maggiore efficienza parlamentare perché essa risiede tutta nella capacità di riforma dei regolamenti, delle funzioni e delle tempistiche dell’istituto legislativo. È falsa l’idea che si tratti di una riforma. Essa sostanzialmente lascia inalterato il quadro istiruzionale, non coglie la necessità di adeguare una volta per tutte il nostro sistema istituzionale alle nuove esigenze dettate dalla nostra adesione all’Unione europea e alla vasta cessione di sovranità su diversi campi e materie, riducendo così lo spazio e il ruolo dei parlamenti a una ridotta funzione legislativa ma non a una sua capacità e necessità di controllo che deve restare ampia e rappresentativa.
Esattamente tutto il contrario della riduzione dei parlamentari espressione del pluralismo politico e del territorio italiano.
Per questo diciamo NO, ci impegniamo per il NO con uno spirito democratico e con la determinata continuità con la cultura costituzionale che è propria dei socialisti.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento