Home Attualità All’isteria europea ci pensa Josep Borrell: “Dobbiamo accelerare la consegna delle nostre armi”

All’isteria europea ci pensa Josep Borrell: “Dobbiamo accelerare la consegna delle nostre armi”

by Redazione

La guerra in Ucraina entra nella fase più cruenta e il presidente Zelenskiy non ferma neanche per un istante la sua richiesta di armi per contrastare l’invasore.

“Torna con una lista di armi di cui gli ucraini hanno bisogno. E noi la seguiremo” ha detto l’Alto rappresentante Ue per la politica estera Josep Borrell dopo la visita a Kiev.

“Gli ucraini stanno resistendo alla Russia, che non è riuscita a entrare a Kiev. È un grande fallimento per Mosca, che ora sta concentrando tutta la sua capacità militare sul Donbass, dove probabilmente vogliono avere una vittoria per il 9 maggio a fini di propaganda. La grande battaglia nei prossimi giorni sarà lì, le persone andranno evacuate ma da quello che vediamo i russi non vogliono che i civili se ne vadano. L’attacco indiscriminato sulla stazione ferroviaria di Kramatorsk ne è un`orrenda prova. Purtroppo temo che continueranno a bombardare i convogli in fuga”.

“Il presidente Zelensky è consapevole che la vera battaglia sarà in Donbass. E anche per questo dobbiamo accelerare la consegna delle nostre armi”, ha sottolineato Borrell.

E poi sulle sanzioni dice, “sono importanti, ma le sanzioni non determineranno il risultato della battaglia del Donbass: è chiaro che la guerra si deciderà nel Donbass ed è una questione di capacità militare nel breve termine. Non solo di sanzioni sul gas. Questo determinerà anche i negoziati di pace”.

Sarebbe bello vedere utilizzare la stessa determinazione e tempestività da parte dell’UE nei confronti degli aiuti ai più poveri che la stessa Unione europea ha contribuito ad aumentare; grazie alle politiche messe in campo durante il Covid e la guerra Ucraina.

Le priorità dell’Europa, quando non sono risibili, fanno pena e l’intervista di Borrell rappresenta l’apice di questa terribile Babilonia.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento