Home In evidenza Zelenskiy accusa Macron: “Sta cercando invano una via d’uscita per la Russia”

Zelenskiy accusa Macron: “Sta cercando invano una via d’uscita per la Russia”

by Freelance

Di Mirko Fallacia

Il presidente francese Emmanuel Macron ha chiesto all’Ucraina di fare concessioni sulla sua sovranità per aiutare il leader russo Vladimir Putin a salvare la faccia, ha affermato il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy.

In un’intervista al talk show “Porta a Porta” della RAI trasmessa giovedì sera, Zelenskiy è stato interrogato sui commenti di Macron di lunedì, in cui ha avvertito che l’Europa deve evitare di umiliare Putin.

“Vogliamo che l’esercito russo lasci la nostra terra, non siamo sul suolo russo”, ha risposto Zelenskiy. “Non aiuteremo Putin a salvare la faccia pagando con il nostro territorio. Sarebbe ingiusto”. Zelenskiy ha aggiunto che l’Ucraina non avrebbe mai riconosciuto l’annessione della Crimea da parte della Russia.

Macron stava cercando “invano” “una via d’uscita per la Russia”, ha detto Zelenskiy.

L’Eliseo ha respinto le accuse di Zelenskiy. “Il presidente della Repubblica non ha mai discusso nulla con Vladimir Putin senza l’accordo del presidente Zelenskiy e non ha mai chiesto alcuna concessione al presidente Zelenskiy. Ha sempre detto che spettava agli ucraini decidere i termini dei loro negoziati con i russi”, ha detto venerdì un funzionario dell’Eliseo.

In un discorso alla cerimonia di chiusura della Conferenza sul futuro dell’Europa lunedì, Macron ha affermato che l’Europa “non deve mai cedere alla tentazione dell’umiliazione, né allo spirito di vendetta”, quando si è trattato della guerra della Russia contro l’Ucraina.

Il presidente francese ha anche affermato che “quando la pace tornerà sul suolo europeo, dovremo costruire nuovi equilibri di sicurezza”. Il riferimento è stato letto come un’indicazione che Macron stava ancora cercando di raggiungere un dialogo con Putin.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento