Home Attualità La premier svedese respinge gli appelli dell’opposizione a prendere in considerazione l’adesione alla NATO

La premier svedese respinge gli appelli dell’opposizione a prendere in considerazione l’adesione alla NATO

by Freelance

Martedì il primo ministro svedese Magdalena Andersson ha respinto gli appelli dell’opposizione a prendere in considerazione l’adesione alla NATO dopo l’invasione russa dell’Ucraina, affermando che un’applicazione ora destabilizzerebbe la sicurezza in Europa.

La Svezia non è in guerra dal 1814 e ha costruito la sua politica estera sulla non partecipazione alle alleanze militari, ma negli ultimi anni ha stretto legami sempre più stretti con la NATO quando le tensioni con la Russia nella regione baltica sono aumentate.

L’invasione della Russia, che chiama “operazione militare speciale”, ha rinnovato gli appelli alla Svezia per entrare a far parte della NATO, insieme alla Finlandia, che è rimasta anch’essa fuori dal blocco.

“Se la Svezia dovesse scegliere di inviare una domanda di adesione alla NATO nella situazione attuale, destabilizzerebbe ulteriormente quest’area d’Europa e aumenterebbe le tensioni”, ha detto Andersson ai giornalisti.

“Sono stata chiara durante tutto questo tempo nel dire che ciò che è meglio per la sicurezza della Svezia e per la sicurezza di questa regione d’Europa è che il governo ha una politica a lungo termine, coerente e prevedibile e questa è la mia continua convinzione”.

La Russia non vuole che la Finlandia o la Svezia aderiscano alla NATO e alla fine del mese scorso Mosca ha lanciato il suo ultimo avvertimento di “gravi conseguenze politico-militari” se lo facessero.

Andersson stava parlando dopo aver incontrato i leader del partito di opposizione per discutere del peggioramento della situazione della sicurezza.

Un sondaggio di venerdì di Demoskop e commissionato dal quotidiano Aftonbladet ha mostrato che il 51% degli svedesi era favorevole all’adesione alla NATO, rispetto al 42% di gennaio. Complice anche la forte propaganda del momento.

Le persone contrarie all’adesione sono scese dal 37% al 27%. È la prima volta che un sondaggio del genere mostra una maggioranza favorevole.

Ulf Kristersson, il leader dei Moderati, ha invitato il governo ad avviare ampie discussioni di politica interna sull’adesione alla NATO, un dibattito che è già iniziato in Finlandia.

La Finlandia e la Svezia hanno stretti legami militari e una mossa di uno per entrare a far parte della NATO eserciterebbe una maggiore pressione sull’altro affinché si applichi.

“È urgente”, ha detto Kristersson all’agenzia di stampa TT.

“Non possiamo stare dietro a un frangivento e sperare che tutto finisca e poi essere sorpresi da una decisione finlandese tra un mese o due”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento