Home Cronaca La Camera degli Stati Uniti approva un pacchetto record sui cambiamenti climatici e sui prezzi dei farmaci

La Camera degli Stati Uniti approva un pacchetto record sui cambiamenti climatici e sui prezzi dei farmaci

by Freelance

Di Ginevra Lestingi

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti a guida democratica ha approvato venerdì un disegno di legge da 430 miliardi di dollari che è considerato il più grande pacchetto sul clima nella storia degli Stati Uniti, offrendo un’importante aiuto al presidente Joe Biden in vista delle elezioni di medio termine dell’8 novembre.

La legislazione per combattere il cambiamento climatico mira a ridurre le emissioni di gas serra nazionali. Consentirà inoltre a Medicare di negoziare prezzi dei farmaci più bassi per gli anziani e garantire che le aziende e i ricchi paghino le tasse dovute. I democratici affermano che aiuterà a combattere l’inflazione riducendo il deficit federale.

La Camera ha votato 220-207 seguendo le linee del partito per approvare la misura intitolata “Legge sulla riduzione dell’inflazione” e inviarla a Biden per firmare la legge. Il Senato ha approvato la legge domenica dopo una maratona di 27 ore.

Biden ha detto che firmerà il disegno di legge nella prossima settimana, quindi la Casa Bianca terrà una celebrazione il 6 settembre in onore di quella che ha detto essere una legislazione storica.

“Oggi ha vinto il popolo americano. Interessi speciali persi”, ha detto Biden in un post su Twitter. Peccato che in molti, nonostante l’abbassamento dei prezzi dei farmaci, vedano la mossa del premier come l’ennesimo regalo alle Big Pharma.

Ma i democratici non demordono e sperano che la legislazione li aiuterà alle urne di novembre, quando gli elettori decideranno l’equilibrio di potere al Congresso in vista delle elezioni presidenziali del 2024. I repubblicani sono favoriti per ottenere la maggioranza alla Camera e potrebbero anche prendere il controllo del Senato, ma la vicenda Trump non garantisce un esito positivo.

“È una clamorosa vittoria per le famiglie americane”, ha dichiarato Pelosi poco prima del voto, descrivendo la legislazione come “un solido pacchetto di riduzione dei costi che soddisfa il momento, assicurando che le nostre famiglie prosperino e che il nostro pianeta sopravviva”.

Biden ha in programma di viaggiare per il paese per promuovere il disegno di legge insieme a una serie di altre proposte legislative per raccattare qualche voto poiché molti elettori lo hanno abbandonato a causa dell’aumento dell’inflazione.

Secondo un sondaggio, circa la metà degli americani sostiene la legislazione sul clima e sui prezzi dei farmaci, compreso il 69% dei democratici e il 34% dei repubblicani.

I gruppi di imprese hanno avuto una reazione mista alla legislazione, che offre la prospettiva di maggiori imposte fiscali per alcune società e allo stesso tempo offre protezione all’industria dei combustibili fossili.

I repubblicani si oppongono alla legislazione, avvertendo che ucciderà posti di lavoro aumentando le tasse sulle società, alimenterà ulteriormente l’inflazione con la spesa pubblica e inibirà lo sviluppo di nuovi farmaci.

“I democratici più di ogni altra maggioranza nella storia sono dediti a spendere i soldi degli altri, indipendentemente da ciò che noi come Paese possiamo permetterci”, ha detto il leader repubblicano della Camera Kevin McCarthy in un discorso in aula.

Il conto ha richiesto più di 18 mesi di elaborazione. Rappresenta una versione finale dell’originale piano Build Back Better di Biden, che ha dovuto essere ridotto di fronte all’opposizione dei repubblicani e dei legislatori chiave del suo stesso partito.

Gli investitori che cercano di investire denaro in prodotti di energia pulita possono aspettarsi almeno un decennio di sussidi federali attraverso crediti d’imposta a lungo termine per l’energia eolica e solare e nuovi crediti per l’accumulo di energia, biogas e idrogeno.

Gli sviluppatori che utilizzano apparecchiature prodotte negli Stati Uniti o costruiscono in aree più povere avranno un supporto aggiuntivo.

Ma il disegno di legge non lascia al freddo l’industria dei combustibili fossili degli Stati Uniti. Alcune disposizioni consentono al governo federale di autorizzare nuovi sviluppi di energia eolica e solare su terreni federali solo quando mette all’asta anche i diritti per trivellare petrolio e gas naturale.

Le protezioni dei combustibili fossili hanno deluso i progressisti ma non hanno posto alcun ostacolo al sostegno democratico.

Un credito d’imposta di $ 7.500 per incoraggiare i consumatori statunitensi ad acquistare veicoli elettrici non può essere utilizzato per la maggior parte dei modelli di veicoli elettrici sul mercato, secondo le principali case automobilistiche, che avvertono che la legislazione metterà a rischio il raggiungimento degli obiettivi di adozione di veicoli elettrici statunitensi per il 2030.

Per poter beneficiare del credito, i veicoli devono essere assemblati in Nord America, il che renderebbe non idonei alcuni veicoli elettrici attuali non appena la fattura entrerà in vigore.

La principale fonte di entrate del disegno di legge è un’imposta societaria minima del 15% volta a impedire alle grandi aziende redditizie di giocare con il codice dell’Internal Revenue Service per ridurre a zero le proprie tasse.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento