Home Cronaca Il parlamentare siciliano “renziano”, Luca Sammartino, indagato per corruzione

Il parlamentare siciliano “renziano”, Luca Sammartino, indagato per corruzione

by Rosario Sorace

Il deputato regionale di Italia viva all’Assemblea regionale Siciliana, Luca Sammartino, è indagato con altre 38 persone nell’inchiesta Report della Dda di Catania, su indagini della guardia di finanza.

Il reato che viene ipotizzato nei suoi confronti è di corruzione elettorale. Sammartino è il nome più in vista dell’inchiesta antimafia ed emerge dall’avviso conclusioni indagini che è stato notificato agli indagati dalle Fiamme gialle del comando provinciale di Catania, in collaborazione con lo Scico.

Nel capo di imputazione si contesta a Sammartino “promesse di utilità” a Girolamo ‘Lucio’ Brancato, che è ritenuto esponente di spicco della frangia del clan Laudani capeggiata da Orazio Scuto, “in cambio del proprio voto e dei suoi familiari”.

Secondo l’accusa le “utilità” erano “un posto di lavoro di un nipote di Brancato alla Mosema, società di Mascalucia a partecipazione pubblica per la gestione di rifiuti” e “lo spostamento di una cabina telefonica nei pressi della pizzeria di sua moglie a Massa Nunziata-Mascalucia”.

Il legale di Sammartino, l’avvocato Carmelo Peluso, ha commentato: “Ci difenderemo in maniera adeguata appena conosceremo i dettagli della contestazione”.

Il deputato regionale dice: “Apprendo la notizia dagli organi di stampa. Sono consapevole di non aver commesso alcun reato. Quando avrò contezza degli atti, sarò in condizione di replicare e mi difenderò adeguatamente”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento