Home Estero “Bolsonaro ha preferito l’immunità di gregge ai vaccini COVID-19”

“Bolsonaro ha preferito l’immunità di gregge ai vaccini COVID-19”

by Freelance

Di Ginevra Lestingi

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro non ha mai voluto acquistare vaccini COVID-19 e inizialmente ha scommesso sull’immunità di gregge che, secondo lui, avrebbe battuto il coronavirus; ha detto venerdì il senatore che guida l’inchiesta della Camera alta sulla gestione della crisi da parte del governo.

In un’intervista, il senatore Renan Calheiros ha detto che è troppo presto per dire se Bolsonaro sia reo di reati penali nella sua gestione della crisi della sanità pubblica e che sono necessarie ulteriori indagini.

“Penso che tutto vada in quella direzione”, ha detto Calheiros, riguardo alla preferenza di Bolsonaro per l’immunità di gregge.

“Il presidente prima ha negato la malattia, l’ha chiamata influenza, e poi ha discusso contro l’isolamento sociale e il blocco. Poi ha minimizzato l’uso di maschere e ha incoraggiato la folla a riunirsi”, ha detto Calheiros.

“Perché? A causa dell’immunità della mandria, dell’immunità naturale … devi incoraggiare le folle e la diffusione del virus”, ha aggiunto Calheiros.

“Questo è il motivo per cui non ha mai voluto un vaccino”, ha detto Calheiros su Bolsonaro, osservando che il presidente è stato lento nello spendere miliardi di dollari datigli dal Congresso all’inizio della pandemia per acquistare vaccini dall’estero.

L’immunità della mandria si verifica quando un’ampia porzione di una data popolazione raggiunge l’immunità a una malattia, a volte attraverso un’infezione diffusa, riducendo così le possibilità di diffusione da persona a persona.

L’ufficio del presidente non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Calheiros è un veterano legislatore e critico di Bolsonaro. Il suo rapporto dovrebbe concentrarsi sui ritardi del governo nel garantire i vaccini, inclusi i dettagli delle trattative estese con i produttori di farmaci stranieri e sui passi falsi in Amazzonia, dove è nata una nuova variante contagiosa.

Il Brasile ha registrato quasi 16 milioni di casi di COVID-19 e quasi 450.000 decessi, il secondo più alto numero di vittime al mondo dopo gli Stati Uniti. Bolsonaro ha attirato critiche dai detrattori in Brasile a causa dei suoi sforzi per ridurre al minimo i pericoli del coronavirus, evitare le maschere e spingere rimedi non dimostrati.

Bolsonaro e i suoi alleati avevano precedentemente cercato di far rimuovere Calheiros dalla guida dell’inchiesta, dicendo che non poteva essere imparziale perché suo figlio è il governatore dello stato di Alagoas e l’inchiesta avrebbe esaminato il finanziamento federale dei programmi statali.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento