Home News Oggi come ieri con la “mafia buona” si può continuare a convivere

Oggi come ieri con la “mafia buona” si può continuare a convivere

by Freelance

Di Mario Ravida

Stamani passata la rabbia, dopo aver letto le motivazioni di quella “improvvida” sentenza ( per dirla come loro) ora tutto è più chiaro: Esiste una “mafia buona”, con cui si deve convivere, ed esiste una “mafia cattiva” che si deve combattere.

Se non fosse che più di qualcuno ci ha rimesso la vita per favorire “quella buona” tutto questo poteva anche essere accettato.

Ma non è che per caso quella “buona” serve a questo stato?

Che so, magari facendo qualche piccolo omicidio o organizzando qualche piccola strage, per mantenere quel potere da sempre esistito?

Mah, mi sa che anche stamani mi sono svegliato “storto” e vado a pensare cose che non sono mai accadute, come il consenso elettorale a chi detiene il potere per continuare a farlo e chi se ne fotte degli Ilardo o dei Manca o di un Borsellino che sebbene “informato e avvertito” non ha voluto sentire e capire le ragioni di uno stato e pertanto doveva morire.

Tanto, come si affannano a dire in tanti, Ilardo era un mafioso e sebbene avesse dato prova di collaborazione e di cambiamento, neanche lui ha voluto capire e pertanto, anche lui doveva morire.

E’ stato un’idiota, non ha capito che sino a quando parlava di mafia e di mafiosi poteva vivere, si era messo in testa di svelare le stragi del passato e le motivazioni di queste; ed ha dovuto fare la stessa fine di Gioé e di Pisciotta, prima ancora.

Doveva fare come Spatuzza o come il papà del piccolo Di Matteo, dire ma fino ad un certo punto! Ma, e Attilio Manca? Attilio era un rischio farlo rimanere in vita dopo che aveva saputo chi aveva curato e quindi vi era il pericolo per noi che, rimanendo in vita, si poteva scoprire che lo Stato stava favorendo la “mafia buona” e, pertanto, anche lui doveva morire.

Ma allora gli arresti di tutti i latitanti stragisti li ha voluti Provenzano? E ti pare niente che con l’accordo con la “mafia buona” ci siamo tolti di mezzo tutti i mafiosi che si erano messi in testa di poter ricattare lo Stato.

Quindi accordi non solo con Provenzano ma con tutti coloro che ne avevano sposato la linea di Provenzano segnalando agli investigatori, tutti, dove andarli a scovare e arrestare!

Ma quindi anche Graviano, Santapaola e tutti gli altri arrestati che in quel periodo erano vicino alle posizioni stragiste?

Ehhh si, si doveva fare per salvare lo Stato e tutti coloro che hanno contribuito a questa grande operazione devono essere premiati e tutelati con incarichi di governo, anche da pensionati e con promozioni in carriera per chi era in servizio!

Ho capito, quindi tutto apposto, lo Stato ha vinto e potremo continuare a essere governati come lo siamo sempre stati?

Si, lo Stato ha vinto e daremo il riconoscimento ai morti che non si sono piegati con risarcimenti alle famiglie dato che abbiamo dovuto eliminarli!

Ma il Colonnello Riccio che è finito in galera ingiustamente? Lui no, lui deve pagare perché non ha obbedito agli ordini e i voleri dei suoi superiori che agivano per un bene più grande!!!

Ho capito, allora viva L’Italia, abbiamo vinto contro la “mafia cattiva”, viva la “mafia buona” che ci farà rimanere liberi con tutti i politici chi si alterneranno nei governi a venire.

Magari sfruttandoci un po’ e facendoci rimanere sempre in uno stato di perenne bisogno, perché al momento giusto gli potremmo chiedere un favore e fargli fare, con una promessa, tutto quello che ci necessita!!!

Viva l’Italia, viva gli eroi che ci hanno salvato dalla “mafia cattiva”.

Ma la mafia “cattiva” che, come i terroristi di una volta, ha attentato alla vita di molti politici, non è stata trattata come i terroristi, ed è per questo fatto che non si è mai arginato il problema.

Ma mi viene un dubbio! Non è che le leggi speciali applicate per il terrorismo non siano state applicate contro la mafia proprio per evitare che quest’ultima continuasse a fare stragi di magistrati e politici?

Noi che abbiamo “menti raffinatissime” non potremo mai far accadere ciò… perché, avendo il potere, riusciremo in qualsiasi modo a placare le minacce verso di noi, magari con qualche omicidio o qualche strage, ma non riusciranno mai a farci del male…ora basta, torna a dormire!!

Potrebbe interessarti

Lascia un commento