Home Senza categoria L’ultima furberia di Trump

L’ultima furberia di Trump

by Redazione

Il presidente Donald Trump ha in programma di firmare un memorandum martedì che mira a impedire che i migranti che si trovano negli Stati Uniti illegalmente vengano conteggiati quando i distretti di voto congressuali degli Stati Uniti vengono ridisegnati nel prossimo round di ridistribuzione.

Esperti e avvocati del censimento degli Stati Uniti affermano che l’azione sarebbe legalmente dubbia, probabilmente a beneficio del Partito repubblicano di Trump eliminando illegalmente la popolazione in gran parte non bianca di migranti negli Stati Uniti.

La ridistribuzione avviene sia a livello statale per disegnare mappe per le legislature delle case di stato sia a livello federale per disegnare mappe per i distretti congressuali statunitensi. Questi ultimi sono noti come ripartizione congressuale.

I sostenitori dei distretti elettorali per soli cittadini sostengono che ogni voto dovrebbe avere lo stesso peso. Se un distretto ha molti meno elettori ammissibili rispetto a un altro, dicono, ogni voto ha una maggiore influenza sui risultati elettorali.

Democratici e attivisti per i diritti degli immigrati affermano che includere i non votanti garantisce che i leader eletti rappresentino tutti coloro che dipendono da servizi pubblici come le scuole e il ritiro dei rifiuti, indipendentemente dall’eleggibilità del voto.

Trump ha pianificato di firmare il promemoria, alle 18:15, nell’ufficio ovale.

I funzionari della Casa Bianca avevano inizialmente indicato che l’azione avrebbe assunto la forma di un ordine esecutivo, ma in seguito ha indicato che si trattava di un memorandum.

Un alto funzionario dell’amministrazione ha dichiarato che Trump dovrebbe sostenere che l’eliminazione degli immigrati clandestini dalle mappe di ripartizione del Congresso è necessaria per garantire che solo i residenti legali negli Stati Uniti abbiano voce nella politica federale.

Il promemoria “è un altro passo decisivo verso l’adempimento del suo solenne impegno di garantire che solo i cittadini americani abbiano una rappresentanza congressuale, non alieni illegali”, ha detto il funzionario, parlando a condizione di anonimato.

Ma la mossa comporta importanti questioni legali e probabilmente attirerà contenziosi.

I distretti elettorali per soli cittadini sono considerati potenzialmente legali per i distretti elettorali a livello statale, ma la Costituzione degli Stati Uniti afferma esplicitamente che la ripartizione del Congresso dovrebbe essere basata sul “numero intero di persone” in ogni stato. Molteplici leggi federali hanno rafforzato tale lettura e la Corte suprema degli Stati Uniti ha confermato tale interpretazione.

“Tutto ciò rende la posizione di Trump scandalosa”, ha dichiarato Joshua Geltzer, un esperto di diritto costituzionale e professore di Georgetown Law, aggiungendo che la mossa sarà quasi certamente accolta con contenzioso.

Un’altra domanda è come l’amministrazione Trump acquisirà dati sugli immigrati privi di documenti. Il censimento degli Stati Uniti del 2020 non chiede agli intervistati se sono immigrati, legali o meno.

In teoria, i funzionari potrebbero determinare i dati sulla cittadinanza attraverso registri amministrativi come database delle patenti di guida, insieme alle stime sulla cittadinanza raccolte in altre indagini dell’Ufficio censimento. Ma quei dati sono incompleti e demografi e gruppi di difesa dell’immigrazione hanno sostenuto che non sono affidabili.

Il conteggio del censimento del governo aiuta a determinare dove vengono spesi i soldi dei contribuenti per la costruzione di strutture pubbliche come scuole, ospedali e vigili del fuoco, oltre a calcolare la ripartizione degli Stati nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti. La Costituzione degli Stati Uniti impone che gli Stati Uniti contino la popolazione ogni 10 anni.

Il memorandum pianificato da Trump potrebbe rivelarsi popolare con la base di supporto del presidente mentre cerca di generare entusiasmo per la sua rielezione a novembre.

Trump ha trascorso gran parte della sua presidenza cercando di limitare il numero di migranti che entrano illegalmente negli Stati Uniti, in particolare dall’America centrale, e il suo ordine esecutivo è stato un’altra parte del suo programma di immigrazione.

È stata a lungo una strategia dell’amministrazione Trump utilizzare il censimento per identificare e limitare il potere politico degli immigrati privi di documenti. Ma gli sforzi hanno dovuto affrontare blocchi stradali.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento