Home Attualità Johnny Depp ottiene una vittoria quasi schiacciante nel caso contro l’ex moglie Amber Heard

Johnny Depp ottiene una vittoria quasi schiacciante nel caso contro l’ex moglie Amber Heard

by Freelance

Di Ginevra Lestingi

Jack Sparrow, alias Johnny Depp, ha vinto la causa per diffamazione contro l’ex moglie Amber Heard. Il risarcimento sarà di più di 10 milioni di dollari di danni.

Il processo, durato sei settimane, è finito e l’attore di Hollywood ha ottenuto una vittoria quasi totale.

Una giuria di sette persone in Virginia si è pronunciata anche per Heard su una domanda riconvenzionale contro Depp. La star del cinema di “Pirati dei Caraibi” ha descritto la decisione come una rivendicazione e la sua ex moglie ha detto che è stata “una delusione”.

I giurati hanno giudicato che Depp dovesse venir risarcito dalla ex moglie per $ 15 milioni di euro, che il giudice ha ridotto a $ 10,35 milioni per rispettare i limiti statali sui danni punitivi. Il pannello ha ordinato a Depp di pagare a Heard 2 milioni di dollari di danni.

Depp, 58 anni, aveva citato in giudizio Heard per $ 50 milioni e ha sostenuto di averlo diffamato quando è stato presentato all’opinione pubblica come “un personaggio pubblico che rappresenta abusi domestici” in un articolo di opinione di un giornale.

Ma la vicenda non presentava risvolti interessanti a favore della Heard, infatti l’attrice non ha riportato alcun segno di violenza fisica e nei video dove lui inveiva contro tutto e tutti l’attore di Hollywood era palesemente ubriaco.

Heard aveva contrattaccato per $ 100 milioni, dicendo che Depp l’ha diffamata quando il suo avvocato ha definito le sue accuse una “bufala”.

Depp ha negato di aver picchiato Heard, 36 anni, o qualsiasi donna e ha detto che è stata lei a diventare violenta nella loro relazione.

Ha detto ai giurati che le accuse di Heard, meglio conosciuta per il suo ruolo in “Aquaman”, gli erano costate “tutto”. Un nuovo film “Pirati” è stato sospeso e Depp è stato sostituito nel franchise di “Animali fantastici”, uno spin-off di “Harry Potter”.

“La giuria mi ha restituito la mia vita. Sono veramente umiliato”, ha detto in una dichiarazione Depp, che ha assistito al verdetto dalla Gran Bretagna.

“Il meglio deve ancora venire e un nuovo capitolo è finalmente iniziato”, ha aggiunto, terminando con la frase latina “Veritas numquam perit. La verità non perisce mai”.

La Heard, seduta in aula tra due dei suoi avvocati, ha guardato in basso mentre venivano letti i verdetti.

“La delusione che provo oggi è oltre le parole”, ha detto in una nota. “Ho il cuore spezzato dal fatto che la montagna di prove non sia stata ancora sufficiente per resistere al potere e all’influenza sproporzionata del mio ex marito”.

“Sono ancora più delusa da ciò che questo verdetto significa per le altre donne”, ha aggiunto. “È una battuta d’arresto”.

Depp ha affrontato un esito diverso in Gran Bretagna meno di due anni fa, quando ha citato in giudizio il tabloid Sun per averlo definito un “picchiatore di moglie”. Un giudice dell’Alta Corte di Londra ha stabilito che aveva ripetutamente aggredito Heard.

I due si sono incontrati nel 2011 durante le riprese di “The Rum Diary” e si sono sposati nel febbraio 2015. Il loro divorzio è stato finalizzato circa due anni dopo.

Al centro del caso legale c’era un articolo di opinione del dicembre 2018 di Heard sul Washington Post. L’articolo non menzionava Depp per nome, ma il suo avvocato ha detto ai giurati che era chiaro che Heard si riferiva a lui.

La giuria ha concordato con tutte le accuse di diffamazione di Depp, che citavano un passaggio nell’articolo e un titolo che diceva: “Ho parlato contro la violenza sessuale – e ho affrontato l’ira della nostra cultura. Questo deve cambiare”.

I giurati hanno respinto due delle tre domande riconvenzionali di Heard. Hanno concluso che era diffamata quando un avvocato di Depp ha detto a un media che Heard ha organizzato danni alla proprietà da mostrare alla polizia dopo un presunto litigio.

“Amber e le sue amiche hanno versato un po’ di vino e hanno maltrattato il posto, hanno raccontato le loro storie direttamente sotto la direzione di un avvocato e addetto stampa”, si legge in parte nella dichiarazione.

Durante sei settimane di testimonianza, gli avvocati di Heard hanno affermato che aveva detto la verità e che i suoi commenti erano coperti come libertà di parola dal Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti.

I giurati hanno ascoltato le registrazioni dei combattimenti della coppia e hanno visto le foto grafiche del dito insanguinato di Depp. Ha detto che la parte superiore del dito è stata mozzata quando Heard gli ha lanciato una bottiglia di vodka nel 2015.

Heard ha negato di aver ferito il dito di Depp e ha detto che Depp l’ha aggredita sessualmente quella notte con una bottiglia di liquore. Ha detto di averlo colpito solo per difendere se stessa o sua sorella, senza riportare segni di violenza.

La testimonianza è stata ampiamente trasmessa in streaming sui social media, attirando un vasto pubblico per ascoltare i dettagli sulla relazione travagliata della coppia.

Gli avvocati di Depp hanno archiviato il caso degli Stati Uniti nella contea di Fairfax, in Virginia, perché lì è stampato il Washington Post. Il giornale non era imputato.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento