Home Cronaca Clero francese sotto accusa per oltre 200.000 abusi sessuali, il Papa: “Questo è il momento della vergogna”

Clero francese sotto accusa per oltre 200.000 abusi sessuali, il Papa: “Questo è il momento della vergogna”

by Freelance

Di Ginevra Lestingi

Mercoledì papa Francesco si è detto rattristato e si vergogna per l’incapacità della Chiesa cattolica di affrontare gli abusi sessuali sui bambini in Francia. La Chiesa deve diventare una “casa sicura per tutti”, dice Francesco.

“Vorrei esprimere alle vittime la mia tristezza, il dolore per il trauma che hanno subito e anche la mia vergogna, la nostra vergogna, per l’incapacità della Chiesa, per troppo tempo, di mettere” queste vicende “al centro delle sue preoccupazioni”, ha detto Francesco in una sua udienza generale settimanale.

Intervenendo il giorno dopo che un’importante inchiesta aveva rivelato che il clero francese aveva abusato di oltre 200.000 bambini, il pontefice ha invitato i cattolici in Francia ad assumersi la responsabilità di quanto accaduto per rendere la Chiesa una “casa sicura per tutti”.

“Questo è il momento della vergogna”, ha detto, invitando i vescovi a compiere ogni sforzo per garantire che “tragedie simili non si ripetano”.

Prima dell’inizio dell’udienza, il papa e diversi vescovi francesi in visita hanno pregato in silenzio per le vittime di abusi, come mostra un’immagine diffusa dal Vaticano.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che le vite “sono state scosse, a volte spezzate” dagli abusi e che la verità era necessaria.

“Una società si giudica dalla sua capacità di denunciare e punire tale violenza, di cercare di riparare vite, ma ancor più di prevenirla”, ha detto Macron dopo un incontro dei leader europei in Slovenia nelle sue prime osservazioni sui risultati dell’indagine.

Jean-Marc Sauve, capo della commissione che ha redatto il rapporto, ha affermato che la Chiesa da anni mostra indifferenza verso gli abusi, preferendo proteggere se stessa piuttosto che le vittime, molte delle quali di età compresa tra i 10 e i 13 anni.

L’apice dell’abuso è stato 1950-1970, ha affermato la commissione nel suo rapporto, con un’apparente recrudescenza dei casi nei primi anni ’90.

Il pontefice ha aggiunto di essere vicino ai sacerdoti francesi alle prese con una sfida “dura, ma salutare”.

Il Papa aveva già espresso la sua gratitudine alle vittime per il coraggio che hanno avuto nel farsi avanti e denunciare quello che avevano passato.

Diverse ore dopo la parola del papa, un tribunale vaticano ha scagionato due sacerdoti accusati di presunti abusi sessuali in un seminario giovanile in Vaticano tra il 2006 e il 2012.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento