Home In evidenza Alec Baldwin nega la responsabilità per le riprese fatali sul set del film

Alec Baldwin nega la responsabilità per le riprese fatali sul set del film

by Freelance

Di Gaia Marino

Giovedì Alec Baldwin ha negato la responsabilità per la sparatoria fatale di un direttore della fotografia sul set del suo film western “Rust”, dicendo che si sarebbe suicidato se avesse creduto che la colpa fosse sua.

In un’emozionante intervista televisiva, l’attore ha affermato di non aver premuto il grilletto della pistola che aveva in mano durante le prove e che non pensava che sarebbe stato accusato penalmente nel caso.

“Sento che qualcuno è responsabile di quello che è successo, ma so che non sono io. Avrei potuto suicidarmi se avessi pensato di essere responsabile, e non lo dico alla leggera”, ha detto Baldwin a George Stephanopoulos della televisione ABC nei suoi primi commenti pubblici sulle riprese del 21 ottobre sul set vicino a Santa Fe, nel New Mexico.

Halyna Hutchins è stata uccisa e il regista Joel Souza è stato ferito quando la pistola ha sparato un proiettile.

L’incidente, compreso il modo in cui le munizioni vere sono arrivate sul set, è ancora oggetto di indagine da parte delle autorità del New Mexico. Non sono state presentate accuse penali.

A Baldwin era stato detto che la pistola era “al sicuro” dai membri dell’equipaggio incaricati di controllare le armi.

“Mi è stato detto da persone che sanno… che è altamente improbabile che mi venga accusato di qualcosa di criminale”, ha detto Baldwin.

Baldwin ha detto che “non punterebbe mai una pistola contro nessuno e premerebbe il grilletto contro di loro”.

Nella sua prima descrizione pubblica di quello che è successo, ha detto che il revolver Colt è esploso mentre stava caricando la pistola e provando le angolazioni della telecamera con Hutchins.

“In questa scena, sto per armare la pistola. Ho detto: “Vuoi vederlo?” E lei ha detto di sì. Quindi prendo la pistola e comincio ad armare la pistola. Non premerò il grilletto. Ho detto: ‘L’hai visto?’ E ho armato la pistola e ho detto: ‘Riesci a vederlo? Puoi vedere che? E lascio andare il martello della pistola e la pistola parte”.

Baldwin ha detto che inizialmente pensava che Hutchins fosse svenuta e solo poche ore dopo gli è stato detto che era morta. Ha detto che “non poteva immaginare” di fare di nuovo un film che coinvolgesse le armi.

L’attore, noto soprattutto per la serie televisiva “30 Rock”, è stato ampiamente criticato per non aver controllato a fondo la pistola. Ma ha insistito nell’intervista che non era il lavoro dell’attore.

“Quando quella persona incaricata di quel lavoro mi ha consegnato l’arma, mi sono fidato di loro… Nei 40 anni in cui sono stato in questo business fino a quel giorno, non ho mai avuto problemi”, Egli ha detto.

Due membri della troupe hanno intentato cause civili accusando Baldwin, i produttori e altri di negligenza e protocolli di sicurezza lassisti sul set. Ma Baldwin ha affermato di “non aver osservato alcun problema di sicurezza o protezione durante il mio soggiorno”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento