Home Attualità L’associazione russa per i diritti umani (Komanda 29) si ritira dopo le accuse dei pubblici ministeri

L’associazione russa per i diritti umani (Komanda 29) si ritira dopo le accuse dei pubblici ministeri

by Freelance

Un’associazione di avvocati per i diritti umani legata al gruppo del critico del Cremlino Alexei Navalny ha sospeso il lavoro per proteggere la sua squadra dopo che le autorità di Mosca hanno bloccato il proprio sito web a causa di una richiesta dei pubblici ministeri.

Le autorità russe si sono mosse in vista delle elezioni parlamentari di settembre per limitare i gruppi di opposizione e i media indipendenti che secondo le autorità sono ostili e sostenuti dall’estero.

L’associazione degli avvocati, Komanda 29 è guidata da Ivan Pavlov, che ha difeso il gruppo di Navalny. Pavlov è sotto indagine penale da aprile, quando la Russia lo ha accusato di aver divulgato informazioni riservate relative a uno dei suoi clienti.

“L’ufficio del procuratore generale identifica Komanda 29 con la ONG ceca Společnost Svobody Informace”, ha affermato l’associazione in una nota.

Komanda 29 non è d’accordo e non ha alcun rapporto con la Ong ceca, ha detto, aggiungendo che i suoi avvocati sfiderebbero l’identificazione “ma in questo momento non possiamo ignorare la posizione dei servizi di sicurezza”.

“Il prossimo passo nell’attacco contro di noi potrebbe essere il perseguimento penale di entrambi i membri di Komanda 29 e dei suoi sostenitori”, ha aggiunto.

Gli alleati di Navalny hanno già sospeso i loro gruppi per proteggere i loro sostenitori, agendo prima di una sentenza che ha conferito alle autorità il potere formale di incarcerare gli attivisti e congelare i loro conti bancari se continuano le loro attività.

Navalny e i suoi soci hanno avviato numerose indagini su quella che dicono essere corruzione ad alto livello. Il Cremlino afferma che i rapporti sono invenzioni dannose come parte di un complotto sostenuto dagli stranieri per destabilizzare lo stato.

Lo stesso Navalny è in prigione per violazione della libertà vigilata su un caso di appropriazione indebita che si dice sia stato inventato. È stato arrestato a Mosca quest’anno dopo essere tornato dalla Germania, dove si stava riprendendo da un avvelenamento da agenti nervini in Russia.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento