Home Politica La Gelmini sostiene che l’attuale ministra dell’Istruzione sia la peggiore di sempre

La Gelmini sostiene che l’attuale ministra dell’Istruzione sia la peggiore di sempre

by Romano Franco

L’ex ministra dell’Istruzione, non perde occasione di attaccare l’attuale ministra Azzolina e, in generale, il governo Conte. La polemica di questi giorni riguarda la riapertura delle scuole a settembre, definita dalla presidente dei deputati di Forza Italia ‘un caos annunciato’.

Di fronte all’affermazione “La Azzolina ha già fatto danni a sufficienza”è bene ricordare che Mariastella Gelmini nel medesimo ruolo in passato, si adoperò molto per la Scuola, tagliando 83 mila posti di lavoro, reintroducendo il maestro unico, introducendo la prova Invalsi nell’esame di Terza Media, inserendo il voto in condotta nella media dei voti, unificando Storia e Geografia, due materie di poco conto, in fondo, riducendo le ore di latino, cancellando gli Istituti d’Arte, riducendo le ore delle materie di indirizzo e, infine, dulcis in fundo, fu proprio lei a darci la bella notizia del tunnel scavato da Ginevra al Gran Sasso, gaffe che, ai tempi, diventò virale e fece il giro del web alla stessa velocità del superneutrino.

Un operato degno di nota che non ci farà mai dimenticare il nome di Mariastella Gelmini che, durante il governo Berlusconi (2008-2011), ha dato il meglio di sé riuscendosi a guadagnare l’annovero nell’almanacco dei ministri peggiori di sempre. L’Azzolina, trovandosi in una crisi senza precedenti, ha ancora molto lavoro da fare e speriamo risolva al più presto la situazione per quei poveri bambini ai quali è stato tolto un diritto sacrosanto, il diritto allo studio e alla conoscenza.

La gente che non si prodiga in queste situazioni non serve, abbiamo un problema? Deve essere risolto, continuare ad evidenziare i problemi fa intendere quanta poca dimestichezza ci sia nel risolverli. Non si preoccupi la Gelmini, anche usando la scaramanzia, il suo primato come peggior ministro dell’istruzione di sempre non glielo toglie nessuno.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento