Home Attualità Usa: I repubblicani vanno all’attacco di Biden

Usa: I repubblicani vanno all’attacco di Biden

Richiesti i registri degli incontri del presidente

by Nik Cooper

Dopo aver vinto il congresso, i Repubblicani si prodigano nell’impresa di destabilizzare la presidenza di Biden. Domenica infatti, il presidente repubblicano del Comitato di supervisione della Camera ha chiesto i registri dei visitatori per la casa del presidente Joe Biden a Wilmington, nel Delaware, dopo che documenti riservati sono stati trovati nel suo ufficio e nel suo garage.

“Senza un elenco di persone che hanno visitato la sua residenza, il popolo americano non saprà mai chi ha avuto accesso a questi documenti altamente sensibili”, ha detto il rappresentante James Comer in una lettera al capo dello staff della Casa Bianca Ron Klain datata domenica.

I repubblicani hanno cercato di confrontare il caso dei documenti Biden, che coinvolge materiale del suo periodo come vicepresidente, con quello dell’ex presidente Donald Trump, che deve affrontare un’indagine penale federale su come ha gestito documenti riservati dopo aver lasciato la Casa Bianca nel 2021. Ma esperti legali dicono che ci sono forti contrasti tra i due casi.

Comer ha detto che non cercherà i registri dei visitatori per la residenza di Trump a Mar-a-Lago, dove più di 100 documenti classificati – alcuni dei quali etichettati come top secret – sono stati trovati in un blitz dell’FBI.

Trump ha annunciato che cercherà nuovamente la presidenza nel 2024, con Biden come suo atteso rivale democratico.

Le rivelazioni di Biden sono emerse la scorsa settimana dopo che il suo team legale ha affermato di aver trovato documenti riservati relativi al suo periodo come vicepresidente nell’amministrazione Obama nella sua casa nel Delaware. I suoi avvocati sabato hanno riferito di aver trovato cinque pagine aggiuntive a casa sua.

Il materiale top secret è stato incluso in alcuni dei circa 10 documenti trovati presso il think tank del Penn Biden Center, ha riferito la CBS domenica, citando una fonte non identificata delle forze dell’ordine.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento