Home Attualità Sydney si è bloccata per un’altra settimana mentre si diffonde la variante Delta COVID-19

Sydney si è bloccata per un’altra settimana mentre si diffonde la variante Delta COVID-19

by Nik Cooper

Il leader dello stato australiano del Nuovo Galles del Sud (NSW) ha ordinato mercoledì un’estensione di una settimana del blocco COVID-19 di Sydney, avvertendo che nuovi casi sono destinati ad aumentare mentre la più grande città del paese è alle prese con la variante altamente infettiva del Delta.

Sydney, che ospita un quinto dei 25 milioni di persone in Australia, è stata bloccata il 26 giugno quando un focolaio di variante Delta ha convinto i funzionari a rafforzare le restrizioni in un paese che è stato lento a vaccinare. Gli ordini rigorosi di soggiorno a casa dovevano terminare venerdì, ma ora rimangono in vigore fino al 16 luglio.

“Questo ceppo Delta è un punto di svolta, è estremamente trasmissibile e più contagioso di qualsiasi altra forma di virus che abbiamo visto”, ha detto ai giornalisti a Sydney il premier dello stato del NSW Gladys Berejiklian.

Con Sydney che finora ha combattuto il suo peggior focolaio dell’anno, le infezioni totali hanno superato le 350 da quando il primo caso è stato rilevato tre settimane fa in un autista di limousine che trasportava l’equipaggio di una compagnia aerea d’oltremare.

Un totale di 27 nuovi casi acquisiti localmente di COVID-19 sono stati segnalati mercoledì nel NSW, rispetto ai 18 del giorno prima. Dei nuovi casi, 20 erano in isolamento durante o per parte del loro periodo infettivo, mentre sette casi hanno trascorso del tempo nella comunità mentre erano infettivi.

I blocchi, la rapida tracciabilità dei contatti e l’elevata conformità della comunità alle regole di allontanamento sociale hanno aiutato l’Australia a sopprimere i focolai passati e a mantenere i numeri di COVID-19 relativamente bassi, con poco più di 30.800 casi e 910 decessi. L’attuale blocco è il secondo di Sydney dall’inizio della pandemia.

Funzionari sanitari hanno avvertito i residenti di Sydney che si aspettano un aumento dei casi nelle prossime 24 ore e hanno esortato i residenti di tre sobborghi occidentali – Fairfield, Canterbury-Bankstown e Liverpool – a rimanere a casa.

Le scuole di Sydney passeranno all’apprendimento a distanza la prossima settimana quando torneranno dalla pausa invernale.

Con meno del 10% degli australiani completamente vaccinati e restrizioni mobili ordinate a Melbourne, Brisbane e Perth e Sydney, i blocchi stanno iniziando a logorarsi sui residenti che guardano l’apertura di altre parti del mondo.

Mentre la folla si raduna a Wimbledon per guardare i campionati di tennis, gli eventi sportivi tra cui il Gran Premio di F1 d’Australia sono stati cancellati.

La campagna vaccinale australiana è rimasta molto indietro rispetto ai programmi iniziali dopo che sono state imposte restrizioni di età al vaccino COVID-19 di AstraZeneca, la spina dorsale del programma del paese, a causa del piccolo rischio di coaguli di sangue.

Da allora Canberra si è adoperata per assicurarsi forniture aggiuntive di vaccino Pfizer, anche se grandi quantità non dovrebbero arrivare fino alla fine dell’anno.

Il tesoriere Josh Frydenberg ha detto ai giornalisti che “ci sono state imposte delle sfide” nel programma di vaccinazione, ma il ritmo stava accelerando.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento