Home Attualità Stoltenberg dice di investire: “La NATO ha bisogno di maggiore prontezza e più armi”

Stoltenberg dice di investire: “La NATO ha bisogno di maggiore prontezza e più armi”

by Freelance

Di Gaia Marino

La NATO deve sviluppare “una maggiore prontezza” e rafforzare le sue capacità di armamento lungo il confine orientale sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina, ha affermato martedì il capo dell’alleanza militare.

Il segretario generale Jens Stoltenberg ha parlato dopo colloqui informali nei Paesi Bassi con il primo ministro olandese Mark Rutte e i leader di Danimarca, Polonia, Lettonia, Romania, Portogallo e Belgio in vista di un più ampio vertice della NATO a Madrid alla fine del mese.

“A Madrid, concorderemo un importante rafforzamento della nostra postura”, ha detto. “Stasera abbiamo discusso della necessità di una presenza in avanti più robusta e pronta al combattimento, di una prontezza ancora maggiore e di attrezzature e rifornimenti più preposizionati”.

Rispondendo a una richiesta del presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy martedì scorso per ulteriori armi a lungo raggio, Stoltenberg ha affermato di essere d’accordo sul fatto che Kiev dovrebbe essere fornita di armi più pesanti, ma non ha fornito dettagli.

“L’Ucraina dovrebbe avere armi più pesanti e gli alleati e i partner della NATO hanno fornito armi pesanti”, ha affermato Stoltenberg.

“In termini di armi, siamo qui uniti sul fatto che è fondamentale che la Russia perda la guerra”, ha detto il leader olandese Rutte ai giornalisti all’Aia.

“E poiché non possiamo avere un confronto diretto tra le truppe della NATO e la Russia, quello che dobbiamo fare è assicurarci che l’Ucraina possa combattere quella guerra, che abbia accesso a tutte le armi necessarie”.

Alla domanda sulle domande di Svezia e Finlandia per aderire all’alleanza, Stoltenberg ha detto che stava cercando “una via d’uscita unita” per risolvere l’opposizione della Turchia, che è stata irritata da quello che considera il sostegno svedese ai militanti curdi.

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina del 24 febbraio, che Mosca definisce “un’operazione militare speciale”, la NATO ha rafforzato la sua presenza nei Paesi baltici.

Stoltenberg ha affermato che la NATO fornirà un ulteriore rafforzamento dell’alleanza quando tutti i 30 membri si incontreranno dal 29 al 30 giugno nella capitale spagnola.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento