Home In evidenza Rivoluzione M5S: Conte arruolato in una nave che fa acqua da tutte le parti

Rivoluzione M5S: Conte arruolato in una nave che fa acqua da tutte le parti

by Romano Franco

E’ una notizia che scuote il mondo del Movimento 5 Stelle: “Giuseppe Conte ha raccolto l’invito a elaborare nei prossimi giorni un progetto rifondativo con il Movimento 5 Stelle”. E’ quanto si legge in un post su Facebook del M5s, a poche ore dal vertice pentastellato al quale hanno partecipato, tra gli altri, Grillo e l’ex premier.

Si legge ancora: “Una sfida cruciale per il Movimento, una ristrutturazione integrale per trasformarlo in una forza politica sempre più aperta alla società civile, capace di diventare punto centrale di riferimento nell’attuale quadro politico e di avere un ruolo determinante da qui al 2050”.

“Il Movimento sarà la forza trainante della transizione ecologica e digitale, poggiando però su pilastri insostituibili, quei valori originari che lo hanno sempre contraddistinto: la tutela dell’ambiente, l’importanza dell’etica pubblica e della lotta alla corruzione, il contrasto delle diseguaglianze di genere, intergenerazionali, territoriali, la lotta contro le rendite di posizione e i privilegi, la più ampia partecipazione dei cittadini alla vita democratica attraverso il rafforzamento degli istituti di democrazia diretta”, conclude il post.

A parer di molti, la mossa di Conte è una mossa ingenua, addentrarsi in una barca che fa acqua da tutte le parti non è l’ideale per chi vuole iniziare un “cursus honorum” dal nulla.

Ma, il “profeta” Di Maio, sicuro delle sue verità, ribadisce: “Sono anni che ci danno per morti, sbagliando. Il MoVimento 5 Stelle non solo è vivo, il MoVimento è il presente e scriverà il futuro di questo Paese. Oggi è una giornata molto importante, Giuseppe Conte ha raccolto il nostro invito a elaborare nei prossimi giorni un progetto rifondativo e di rilancio dell’azione del M5S. Iniziamo a costruire le basi per guardare avanti con una nuova visione, sempre più a contatto con la realtà e vicina alle esigenze degli italiani”.

“Abbiamo dimostrato di saper crescere e maturare – aggiunge Di Maio – ve lo dico con convinzione: questa è la strada da seguire. Continueremo a lavorare per il bene dei cittadini, l’unica cosa che conta per tutti noi. L’unica priorità. Il MoVimento è una grande famiglia, con valori e principi solidissimi, con persone perbene che si impegnano dalla mattina alla sera per migliorare l’Italia, senza secondi fini. E sono certo che Giuseppe Conte offrirà alla nostra causa un contributo determinante. È morto il Movimento, evviva il Movimento”, conclude Di Maio tronfio di una realtà assai diversa da quella odierna.

Il movimento ha perso gran parte della sua credibilità col tempo sottomettendosi e scendendo a compromessi proprio con quelle forze politiche che tanto ha contrastato. Ricorderemo: “Mai con la Lega”, “Mai col Pd o partito di Bibbiano”, “Mai la Tav”, “Mai con Berlusconi”, “Mai senza Conte”, “Fuori dall’Europa!” ecc…; slogan colmi di idiozia e limitati, che hanno fatto auto-implodere un movimento nutrito da propaganda e da promesse poco fattibili.

Ma ciononostante, c’è chi nutre ancora speranza con l’arrivo di Conte, come D’Incà: “Giuseppe Conte sarà motore di grande cambiamento per il MoVimento 5 Stelle come lo è stato per il Paese in questi anni. Con la sua disponibilità dimostra grande generosità e visione politica e accompagnerà una sfida centrale nello scenario politico dei prossimi anni. In alto i cuori!”. Lo scrive su Twitter il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà.

Anche la sindaca Raggi, accoglie Conte con gioia: “Accolgo con entusiasmo la decisione di Giuseppe Conte di entrare ufficialmente nel Movimento Cinque Stelle. Le sfide sono tante e necessitano del lavoro di tutti. Insieme andiamo avanti e lontano. Benvenuto Giuseppe”. Così in un tweet il sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento