Home Senza categoria Quanto può durare il coronavirus sulle superfici

Quanto può durare il coronavirus sulle superfici

by Romano Franco

La banca centrale cinese sta adottando misure per ripulire a fondo e persino distruggere i suoi soldi per paura che il nuovo coronavirus possa sopravvivere sulla superficie del denaro e potenzialmente diffondersi.

Ma per quanto tempo può persistere il nuovo coronavirus sulle superfici? La risposta breve è che non lo sappiamo. Alcuni virus possono indugiare sulle superfici per un massimo di 9 giorni. Ma se questo nuovo coronavirus assomiglia ad altri coronavirus umani, come i suoi “cugini” che causano Sars e Mers, può rimanere su superfici – come metallo, vetro o plastica – fino a nove giorni, secondo un nuovo studio. In confronto, i virus dell’influenza possono durare sulle superfici solo per circa 48 ore.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno analizzato diverse dozzine di articoli precedentemente pubblicati sui coronavirus umani (oltre al nuovo coronavirus) per farsi un’idea di quanto tempo possono sopravvivere al di fuori del corpo. Gli autori hanno scoperto che questi coronavirus possono indugiare sulle superfici per oltre una settimana, ma che alcuni di essi non rimangono attivi a lungo a temperature superiori a 86 gradi Fahrenheit (30 gradi Celsius). Gli autori hanno anche scoperto che questi coronavirus possono essere efficacemente spazzati via dai disinfettanti domestici.

Ad esempio, i disinfettanti con etanolo al 62-71%, perossido di idrogeno allo 0,5% o ipoclorito di sodio allo 0,1% (candeggina) possono inattivare “efficacemente” i coronavirus entro un minuto, secondo lo studio. “Ci aspettiamo un effetto simile contro il 2019-nCoV”, hanno scritto i ricercatori riferendosi al nuovo coronavirus. Ma anche se il nuovo coronavirus è di un ceppo simile al coronavirus Sars, non è chiaro se si comporterà allo stesso modo.

Inoltre, non è chiaro quanto spesso le mani vengano contaminate dai coronavirus dopo aver toccato un paziente malato o una superficie contaminata, secondo lo studio. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di strofinare le mani a base alcolica per la decontaminazione delle mani, hanno scritto gli autori.

È possibile che una persona possa essere infettata dal virus toccando una superficie o un oggetto contaminati, “quindi toccando la propria bocca, il naso o forse i loro occhi”, secondo il Centers for Disease Control and Prevention (Cdc). “Ma questo non è pensato per essere il modo principale in cui il virus si diffonde”. Piuttosto, è più probabile che il virus si diffonda da persona a persona attraverso il contatto ravvicinato e le goccioline respiratorie da tosse e starnuti che possono atterrare sulla bocca o sul naso di una persona vicina, secondo il Cdc.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento