Palamara presenta ricorso per essere riabilitato in magistratura

Oltre al danno ora c’è anche la beffa; è quello che succede con Luca Palamara, ex presidente dell’Anm, che, tramite il suo legale, presenta ricorso alle Sezioni unite della Cassazione contro l’espulsione dalla magistratura decretata dalla Sezione disciplinare del Csm a ammissione dei testimoni richiesti.

A dare la notizia è il suo legale Roberto Rompioni. Sono otto i motivi di ricorso sviluppati dalla difesa di Palamara sviluppati in circa 90 pagine. Tra le principali censure l’assimilazione dell’illecito disciplinare commesso da un magistrato a quello di un tassista che nell’esercizio delle sue funzioni commette un incidente stradale, assimilazione definita dalla difesa improbabile e contraria ai più elementari principi di logica giuridica.

Inoltre la difesa contesta la mancata ricusazione di Davigo e la violazione della normativa della Corte europea dei diritti dell’uomo sul giusto processo per la mancata ammissione dei testimoni richiesti.

Senz’altro, una difesa deve essere garantita a tutti; e Palamara non deve essere da meno. Ma da qui a richiedere una riqualificazione di un uomo che dovrebbe rappresentare la giustizia e che invece la utilizza, come tanti altri, a proprio piacimento per i suoi interessi personali è deplorevole. Forse, non si è ben capito il ruolo che gli è stato affidato.

Nonostante sia un “sistema marcio”, la giustizia è sacra, è l’organo che garantisce una sana convivenza tra i consociati! Chi la rappresenta la deve rispettare più della sua stessa vita, almeno è questo che ci hanno insegnato i vari magistrati che si sono sacrificati per preservarla.

Si invita Palamara a cercarsi alla svelta un altro lavoro poiché ha fallito miseramente nella sua missione. Ma, probabilmente, poiché la Legge è uguale quasi per tutti, la sua vicenda porta con sé tanti punti oscuri che non possono essere svelati e, grazie a questa leva, la sua riabilitazione nel campo della magistratura, vedrete, non sarà poi una mission impossible.

Related posts

Russia e Cina a colloquio

Le forze israeliane invadono Gaza da nord a sud

Putin minaccia uno scontro globale mentre la Russia rievoca la vittoria nella Seconda Guerra Mondiale