Home Cronaca OSCE: Aumentano le esplosioni nell’Ucraina orientale

OSCE: Aumentano le esplosioni nell’Ucraina orientale

by Nik Cooper

Due regioni dell’Ucraina orientale dove il governo e le forze separatiste combattono dal 2014 sono state colpite da oltre 1.400 esplosioni venerdì, hanno affermato i monitor dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), indicando un’ondata di bombardamenti.

Le due autoproclamate repubbliche sostenute dalla Russia nelle regioni ucraine di Donetsk e Luhansk sono al centro di un’ondata di tensioni tra Mosca e l’Occidente a causa di un vasto accumulo militare russo vicino all’Ucraina.

La Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE, dispiegata nella zona del conflitto, ha dichiarato di aver registrato 553 esplosioni a Donetsk.

Altri 860 sono stati segnalati nella vicina Luhansk. Entrambi i numeri erano validi, si legge in una dichiarazione rilasciata alla fine di sabato.

La missione di monitoraggio ha confermato una vittima civile in un’area di Donetsk controllata dal governo.

Il numero totale di violazioni del cessate il fuoco di venerdì è stato di oltre 1.500 rispetto alle 870 del giorno prima, quando i monitori hanno segnalato 654 esplosioni. Una prova inconfutabile che l’escalation non si è assolutamente attenuata.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento